ISCRIZIONE ONLINE

SELEZIONARE SEDE E DATA DEL CORSO

PROSEGUI

ISCRIZIONE FAX

Scarica la scheda di iscrizione ai Corsi Ebit   da inviare via FAX allo 0832/1831467

QUOTE ISCRIZIONE

QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

NOTE OPERATIVE

NOTE OPERATIVE E QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT

TITOLI RILASCIATI: A tutti i partecipanti verrà rilasciato l’attestato di partecipazione.

Se espressamente previsto nel singolo corso, al dipendente che supererà positivamente (test facoltativo) la prova di verifica finale dell’apprendimento verrà altresì rilasciato un attestato di profitto, che sarà certificato da EBIT al termine del corso.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

NOTE OPERATIVE: E’ possibile iscriversi fino a 5 giorni lavorativi prima dell'inizio del corso. In caso di iscrizione sarà fatturata l'intera quota di partecipazione qualora non pervenga disdetta scritta entro il suindicato termine. E’ comunque consentito sostituire i partecipanti in ogni momento. Una settimana prima del seminario sarà data conferma o disdetta dello stesso.

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

ORARI: 9,30-13,00 e 14,00-17,00

DOCENTE: avv. DONATO BENEDETTI, Ex Dirigente Personale Ente Locale – Esperto in materia – Autore di pubblicazioni in materia di pubblico impiego – Formatore EBIT, Scuola di Formazione e Perfezionamento per la P.A.

DESTINATARI: Dirigenti/Responsabili del Servizio personale di Regioni ed Enti Locali/Segretari Comunali/Amministratori.

DESCRIZIONE: Dopo un lungo periodo di vacanza contrattuale, si è arrivati all’Intesa Intesa Governo – Sindacati CGIL, CISL e UIL sul rinnovo dei contratti pubblici del 30 novembre 2016. Nelle more delle procedure di adozione dei CCNL dei diversi comparti dei lavoratori pubblici, il Governo ha approvato il Dl.gs.74/2017 e 75/2017 di attuazione della Legge Madia di riforma del pubblico impiego.

Detti decreti legislativi hanno novellato il Dlgs. 165/2001, ed il Dlgs. 150/2009 rinnovando significativamente la disciplina del pubblico impiego.

In questa complessa situazione applicativa dei nuovi impianti normativi, il 21 febbraio scorso è stata firmata l’ipotesi di CCNL del comparto Regioni – Autonomie Locali, che esplicherà la sua efficacia giuridico-economica per il triennio 2016/18 una volta approvato invia definitiva.

Il presente corso vuole fornire agli addetti ai lavori le indicazioni operative più importanti afferenti gli aspetti giuridico economici dei contenuti dell’ipotesi di CCNL, affrontando in particolare la disciplina della contrattazione decentrata integrativa, degli aumenti contrattuali e ricalcolo degli arretrati

Verranno affrontati inoltre gli aspetti più significativi della costituzione del rapporto di lavoro, tenuta del fascicolo personale, orario di lavoro e sue articolazioni con relative indennità, nonché la disciplina delle varie tipologie di permessi, assenze per malattia, congedi dei genitori e tutela dei dipendenti in particolari condizioni psicofisiche

PROGRAMMA:

  • L’assetto delle fonti nel pubblico impiego nella disciplina del D.lgs. 165/2001, venuto a crearsi dopo la riforma Madia ed il D.lgs. 75/2017
  • Durata, decorrenza, tempi e procedure di applicazione del contratto
  • Le relazioni sindacali, il loro contenuto ed i relativi modelli relazionali: artt.3 e segg. dell’ipotesi di CCNL
  • Informazione, confronto, organismi paritetici di partecipazione
  • La contrattazione collettiva integrativa ed al suo contenuto: art. 7 e segg. dell’ipotesi di CCNL
  • I soggetti della contrattazione decentrata integrativa
  • Art. 67 Ipotesi di CCNL Fondo risorse decentrate: costituzione
  • Art. 68 Ipotesi di CCNL Fondo risorse decentrate: utilizzo
  • Il c.d. “blocco “ dei fondi destinati alla contrattazione decentrata integrativa, operato dalla legge di stabilità 2016 (‘articolo 1, comma 236, della legge 28 dicembre 2015, n. 208) che ha ripristinato il meccanismo di riduzione previsto dall’art. 9-comma 2bis- del D.L.78/2010
  • L’abrogazione del meccanismo di riduzione dei fondi destinati alla contrattazione decentrata integrativa operato dall’art. 23 del D.lgs.75/2017: il limite del fondo per gli anni 2017 e 2018
  • Contrattazione decentrata integrativa
  • Materie oggetto di contrattazione decentrata
  • approvazione del contratto decentrato: disciplina del CCNL e richiami alle disposizioni in materia contenute negli artt. 40 e 40bis del D.lgs. 165/2001
  • ORDINAMENTO PROFESSIONALE artt. 11 e segg. dell’Ipotesi di CCNL
  • La conferma del precedente sistema di classificazione
  • I passaggi di categoria e le progressioni orizzontali
  • LA NUOVA DISCIPLINA DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE
  • La disciplina dell’istituzione delle posizioni organizzative a livello di Ente
  • Conferimento e revoca
  • Retribuzione di posizione e di risultato
  • TIPOLOGIE FLESSIBILI DEL RAPPORTO DI LAVORO E SUE PECULIARITA’
  • Artt. 50 e segg. dell’ipotesi di CCNL
  • Tempo determinato
  • Somministrazione di lavoro
  • Lavoro a tempo parziale
  • TRATTAMENTO ECONOMICO e RICALCOLO DEGLI ARRETRATI CONTRATTUALI ARTT. 64 e segg. Ipotesi di CCNL del 21/2/2018
  • Art. 64 Incrementi degli stipendi tabellari
  • Art. 65 Effetti dei nuovi stipendi
  • Art. 66 Elemento perequativo
  • Art. 69 Differenziazione del premio individuale
  • Art. 70 Misure per disincentivare elevati tassi di assenza del personale
  • Art. 70-bis indennità condizioni di lavoro
  • Art. 70-ter Compensi ISTAT
  • Art. 70-quater Indennità per il personale addetto alle case da gioco
  • Art. 70-quinquies Indennità per specifiche responsabilità
  • Art. 70-sexies Fondo risorse decentrate presso le Unioni di Comuni
  • Art. 70-septies Disposizioni per il personale delle categorie A e B
  • Art. 70-octies Integrazione della disciplina della trasferta

Cenni ad altre novità e contenuti dell’Ipotesi di CCNL del 21/2/2018: peculiarità contrattuali della nuova disciplina della POLIZIA LOCALE: Artt. 56 bis e segg.