ISCRIZIONE ONLINE

SELEZIONARE SEDE E DATA DEL CORSO

PROSEGUI

ISCRIZIONE FAX

Scarica la scheda di iscrizione ai Corsi Ebit   da inviare via FAX allo 0832/1831467

QUOTE ISCRIZIONE

QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

NOTE OPERATIVE

NOTE OPERATIVE E QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT

TITOLI RILASCIATI: A tutti i partecipanti verrà rilasciato l’attestato di partecipazione.

Se espressamente previsto nel singolo corso, al dipendente che supererà positivamente (test facoltativo) la prova di verifica finale dell’apprendimento verrà altresì rilasciato un attestato di profitto, che sarà certificato da EBIT al termine del corso.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

NOTE OPERATIVE: E’ possibile iscriversi fino a 5 giorni lavorativi prima dell'inizio del corso. In caso di iscrizione sarà fatturata l'intera quota di partecipazione qualora non pervenga disdetta scritta entro il suindicato termine. E’ comunque consentito sostituire i partecipanti in ogni momento. Una settimana prima del seminario sarà data conferma o disdetta dello stesso.

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

ORARI: 9,30-13,00 e 14,00-17,00

DESTINATARI: Uffici Tecnici; Uffici Ambiente; Polizie Locali.

DOCENTE: avv. GAETANO ALBORINO, Esperto in legislazione ambientale – Formatore EBIT, Scuola di Formazione e Perfezionamento per la P.A.

OBIETTIVI: L’obiettivo primario del corso è quello di approfondire, anche con un’ampia casistica ed uno spazio tutto dedicato ai quesiti, gli adempimenti sulla tracciabilità dei rifiuti per le aziende e per gli enti (pubblici e privati), alla luce degli ultimi interventi di riforma del Testo Unico Ambientale, fornendo, in particolare, gli strumenti e le conoscenze per assolvere correttamente agli obblighi relativi alla compilazione e alla tenuta dei formulari d’identificazione dei rifiuti e dei registri di carico e scarico, oltre che a quelli relativi alla complessa disciplina SISTRI.

Un particolare spazio sarà dedicato alla classificazione dei rifiuti e alla sua nuova disciplina introdotta recentemente dalla Legge 3 agosto 2017, nr. 123.

Le aziende e gli enti (pubblici e privati) devono subito adeguare le proprie procedure gestionali in conformità della nuova e complessa normativa. Quali sono i nuovi adempimenti per la corretta tracciabilità dei rifiuti? Quali le responsabilità? Quali le sanzioni? Casi particolari: il trasporto di rottami metallici; il trasporto dei rifiuti in forma ambulante; il trasporto di rifiuti da costruzione e demolizione; il trasporto di rifiuti agricoli; il trasporto cd. Occasionale. Infine, il nuovo Regolamento Albo Gestori Ambientali e la figura del Responsabile Tecnico.

MATERIALE DIDATTICO: Normativa, giurisprudenza, schede, modulistica

PROGRAMMA: Gli adempimenti documentali nella gestione dei rifiuti: le ultime novità. La nuova disciplina della tracciabilità dei rifiuti. Il SISTRI. Il nuovo Regolamento introdotto dal D.M. n. 78/2016. La tenuta dei registri di carico e scarico – Formulari d’identificazione dei rifiuti – MUD. Il registro di carico e scarico: I soggetti obbligati alla tenuta e i soggetti esclusi. Gli adempimenti cui sono tenuti i Comuni. La struttura e la compilazione del registro. La gestione del registro di carico e scarico. I Comuni devono compilare i registri di carico e scarico? E i centri di raccolta? Il MUD. Gli adempimenti dei Comuni per quanto riguarda i MUD. La micro raccolta, la sosta tecnica e le operazioni di trasbordo: la nuova disciplina introdotta dal Testo Unico dell’Ambiente. Il trasporto illecito di rifiuti: le ipotesi di reato e di illecito amministrativo. Il trasporto di particolari tipologie di rifiuti: i rifiuti da demolizione – i rifiuti da manutenzione – i rifiuti sanitari – i rifiuti agricoli – il letame – i sottoprodotti di origine animale. Nozioni e rilievo nei casi di trasporto. Il trasporto dei rifiuti in forma ambulante: titoli abilitativi e limitazioni. Il nuovo Regolamento dell’Albo Gestori Ambientali.

L’iscrizione all’Albo Gestori Ambientali: semplificata ed ordinaria. Le responsabilità del produttore e del trasportatore. L’onere del produttore di garantire tutta la corretta fase di conferimento dei rifiuti al destinatario finale. L’accertamento del produttore circa la regolarità dell’iscrizione all’Albo del trasportatore

Gli stoccaggi presso siti intermedi: deposito temporaneo o stoccaggio abusivo? La prassi del cd. Giro bolla ovvero le vie infinite dei rifiuti: escamotages ed illeciti per aggirare la normativa in materia di rifiuti. Il trasporto in conto proprio: le novità introdotte dagli ultimi decreti correttici del T.U. Il sistema sanzionatorio alla luce degli ultimi decreti correttivi del Testo Unico Ambientale.