ISCRIZIONE ONLINE

SELEZIONARE SEDE E DATA DEL CORSO

PROSEGUI

ISCRIZIONE FAX

Scarica la scheda di iscrizione ai Corsi Ebit   da inviare via FAX allo 0832/1831467

QUOTE ISCRIZIONE

QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

NOTE OPERATIVE

NOTE OPERATIVE E QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT

TITOLI RILASCIATI: A tutti i partecipanti verrà rilasciato l’attestato di partecipazione.

Se espressamente previsto nel singolo corso, al dipendente che supererà positivamente (test facoltativo) la prova di verifica finale dell’apprendimento verrà altresì rilasciato un attestato di profitto, che sarà certificato da EBIT al termine del corso.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

NOTE OPERATIVE: E’ possibile iscriversi fino a 5 giorni lavorativi prima dell'inizio del corso. In caso di iscrizione sarà fatturata l'intera quota di partecipazione qualora non pervenga disdetta scritta entro il suindicato termine. E’ comunque consentito sostituire i partecipanti in ogni momento. Una settimana prima del seminario sarà data conferma o disdetta dello stesso.

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

ORARI: 9,30-13,30 e 14,30-17,00

DOCENTE: dott. LUCA BUSICO, coordinatore Direzione del personale dell’Università di Pisa – Autore di monografie ed articoli in materia – Docente EBIT, Scuola di Formazione e Perfezionamento per la P.A.

DESTINATARI: Dirigenti e funzionari addetti agli Uffici Personale e Legale.

OBIETTIVI: Negli ultimi anni il legislatore è più volte intervenuto nella materia della responsabilità disciplinare nel pubblico impiego contrattualizzato, in particolare con la riforma del procedimento nel 2009 (d.lgs. n. 150/09), con il decreto relativo ai c.d. “furbetti del cartellino” nel 2016 (d.lgs. n. 116/16) e con la riforma del 2017 (d.lgs. n. 75/17 attuativo della l. n. 124/15).

Scopo del corso è l’analisi della normativa in tema di procedimento disciplinare dei dipendenti pubblici contrattualizzati, dei numerosi problemi applicativi in materia, nonché delle soluzioni fornite dalle autorità amministrative (Funzione Pubblica, ARAN) e dalla giurisprudenza di merito e della Cassazione.

MATERIALE DIDATTICO: dispensa, normativa di riferimento, giurisprudenza

PROGRAMMA: Le norme in materia di responsabilità disciplinare (artt.55 e segg. d.lgs. n. 165/01; d.lgs. n. 116/2016) e la loro ratio ispiratrice. L’obbligatorietà dell’azione disciplinare. La pubblicità del codice disciplinare (pubblicazione sul sito istituzionale). La titolarità del potere disciplinare dopo la riforma del 2017: ruolo centrale dell’U.P.D.. Le fasi del procedimento: a) contestazione; b) istruttoria; c) conclusione. I termini del procedimento disciplinare. Le sanzioni previste dalla legge (art.55 quater del d.lgs. n. 165/01) e dalla contrattazione collettiva. Il rapporto tra processo penale procedimento disciplinare. Casi concreti: mancata pubblicazione codice; notifica contestazione; contestazione tardiva, contestazione generica, violazione termini; fissazione audizione; interferenza processo penale; falsa attestazione della presenza in servizio.