ISCRIZIONE ONLINE

SELEZIONARE SEDE E DATA DEL CORSO

PROSEGUI

ISCRIZIONE FAX

Scarica la scheda di iscrizione ai Corsi Ebit   da inviare via FAX allo 0832/1831467

QUOTE ISCRIZIONE

QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

NOTE OPERATIVE

NOTE OPERATIVE E QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT

TITOLI RILASCIATI: A tutti i partecipanti verrà rilasciato l’attestato di partecipazione.

Se espressamente previsto nel singolo corso, al dipendente che supererà positivamente (test facoltativo) la prova di verifica finale dell’apprendimento verrà altresì rilasciato un attestato di profitto, che sarà certificato da EBIT al termine del corso.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

NOTE OPERATIVE: E’ possibile iscriversi fino a 5 giorni lavorativi prima dell'inizio del corso. In caso di iscrizione sarà fatturata l'intera quota di partecipazione qualora non pervenga disdetta scritta entro il suindicato termine. E’ comunque consentito sostituire i partecipanti in ogni momento. Una settimana prima del seminario sarà data conferma o disdetta dello stesso.

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

ORARI: 9,00-13,00 e 14,00-16,30

DOCENTE: dott.ssa ADELIA MAZZI, Esperta di processi organizzativi e sistemi contabili delle Pubbliche Amministrazioni – Autrice di pubblicazioni in materia

DESTINATARI: Il corso è rivolto a coloro che svolgono attività legate alla gestione patrimoniale; agli Economi, ai Provveditori, ai Consegnatari, ai Dirigenti contabili-finanziari, agli Agenti contabili del Servizio economato, e quindi ai dipendenti: Ufficio Inventario; Ufficio Patrimonio; Ufficio Provveditorato; Consegnatario; ai Dirigenti, funzionari e addetti Servizi contabili-finanziari.

PREMESSA: Il manuale di contabilità quale Gestione del Patrimonio (D.LGS 126/2014), pone particolare attenzione sulla disciplina dei consegnatari dei beni e sulle loro responsabilità definendone:

  • le modalità di individuazione dei responsabili di PEG, dei consegnatari e dei sub-consegnatari;
  • le registrazioni contabili durante l’anno e la continuità delle scritture inventariali;
  • la classificazione dei beni, la loro suddivisione in categorie e la procedura di formazione degli inventari;
  • le modalità di aggiornamento del patrimonio immobiliare nelle sue diverse categorie di beni;
  • la procedura contabile di raccolta dei documenti relativi alle opere di manutenzione straordinarie o agli atti modificanti il patrimonio immobiliare;
  • la procedura contabile dell’azione di inserimento e modificazione delle scritture inventariali.

 

OBIETTIVI: Il corso si propone di:

  • ripensare i processi amministrativi e contabili interni attualmente adottati,
  • guidare eventuali percorsi di miglioramento dei sistemi informativi e informatici utilizzati,
  • garantire un complessivo miglioramento della significatività dei bilanci e, di fatto, della possibilità di governo economico-finanziario dell’Ente, al fine di evitare in gestione nuova contabilità il «peggioramento» del risultato economico dell’esercizio,
  • accompagnare il futuro processo di revisione dei sistemi contabili e dei bilanci, preparandosi al processo di certificazione di bilancio ed ai revisori.

Le problematiche contabile analizzate permettono di:

  1. inquadrare la casistica esaminata, descrivendone le principali caratteristiche e le peculiarità più significative dal punto di vista amministrativo e contabile;
  2. indicare proposte organizzative, procedurali ed informative in grado di supportare la corretta rilevazione e contabilizzazione;
  3. descrivere le principali attività da svolgere nella fase di chiusura del bilancio di esercizio;
  4. individuare le informazioni da inserire in nota integrativa, in modo da assicurare completezza informativa al bilancio dell’ente;
  5. richiamare i principi contabili di riferimento;
  6. fornire suggerimenti specifici sulla contabilizzazione;
  7. fare rinvio ad altre parti del regolamento in cui sono descritte voci in qualche modo correlate alla voce considerata (cross references).

Va sottolineato che le “macro-voci” in cui si articola il corso riflettono le casistiche più significative, con contenuti in qualche modo affini, almeno con riferimento al sistema di controllo interno.

MATERIALE DIDATTICO: slides, schede

PROGRAMMA: Il patrimonio e gli inventari in contabilità armonizzata: le immobilizzazioni immateriali; il concetto di “beni”: le norme del codice civile; le immobilizzazioni tecniche; le immobilizzazioni finanziarie. Le operazioni inventariali: l’inventario e lo stato patrimoniale; le informazioni legate ai documenti indispensabili per valutare l’aggiornamento dell’inventario. Incrementi: Commesse di Lavori Pubblici. Incrementi: Donazioni. Manutenzioni straordinarie. Costruzioni in economia. Decrementi. Beni inferiori ad una determinata soglia di valore. Immobilizzazioni relative alla gestione istituzionale delegata da altre P.A. Acquisto di singoli beni e di “universalità” di beni. Beni in comodato e beni in locazione. Casi particolari: Beni acquisiti con riserva di proprietà. Beni non strumentali.la procedura “cespiti ammortizzabili” opere d’arte. Attribuzione degli acquisti al CdC. Libri e Registri dei cespiti. Inventario tecnico e Procedura di inventario fisico. Conti d’ordine. Ammortamenti e procedure di sterilizzazione. Costi di start–up. Svalutazioni, ripristini di valore e rivalutazioni. Voci di patrimonio netto afferenti ai cespiti. La procedura operativa di gestione dell’inventario e il monitoraggio degli inventari beni mobili attraverso le regole per il rinnovo e la ricognizione inventariale – circolare n. 26/2015 – Ragioneria Generale dello Stato. La ricognizione dell’inventario e la responsabilità del consegnatario. L’inventario dei beni immobili. La ricerca, la classificazione, la descrizione e la valutazione dei beni mobili. I consegnatari e la procedura relativa alle dismissioni. i consegnatari ed  i subconsegnatari dei beni mobili. L‘anagrafe degli agenti contabili nel D.Lgs. 26 agosto 2016, n. 174. Carico e scarico dei beni mobili. La ricognizione dei beni mobili e l’aggiornamento civile delle scritture. La gestione dei magazzini. La contabilità patrimoniale e le registrazioni di chiusura dei registri.

PROVA DI VERIFICA DELL’APPRENDIMENTO: prevista.