ISCRIZIONE ONLINE

SELEZIONARE SEDE E DATA DEL CORSO

PROSEGUI

ISCRIZIONE FAX

Scarica la scheda di iscrizione ai Corsi Ebit   da inviare via FAX allo 0832/1831467

QUOTE ISCRIZIONE

QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

NOTE OPERATIVE

NOTE OPERATIVE E QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT

TITOLI RILASCIATI: A tutti i partecipanti verrà rilasciato l’attestato di partecipazione.

Se espressamente previsto nel singolo corso, al dipendente che supererà positivamente (test facoltativo) la prova di verifica finale dell’apprendimento verrà altresì rilasciato un attestato di profitto, che sarà certificato da EBIT al termine del corso.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

NOTE OPERATIVE: E’ possibile iscriversi fino a 5 giorni lavorativi prima dell'inizio del corso. In caso di iscrizione sarà fatturata l'intera quota di partecipazione qualora non pervenga disdetta scritta entro il suindicato termine. E’ comunque consentito sostituire i partecipanti in ogni momento. Una settimana prima del seminario sarà data conferma o disdetta dello stesso.

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

ORARI: 9,30-13,00 e 14,00-16,30

DESTINATARI: Servizio Personale – Addetti Rilevazione Presenze/Assenze – Dirigenti, funzionari e Responsabili di struttura non aventi qualifica dirigenziale – Ufficio Procedimenti Disciplinari

DOCENTE: dott. MICHELE PETRONE, Esperto nella Gestione giuridica del rapporto di lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni – Consulente Enti Pubblici – Formatore EBIT, Scuola di Formazione e Perfezionamento per la P.A.

PREMESSA: Il sistema sanzionatorio in materia di orario di lavoro, modificato in maniera particolarmente severa dal D.L. 23 dicembre 2013, n. 145, convertito dalla legge 21 febbraio 2014, n. 9 che ha previsto il raddoppio delle sanzioni amministrative e le restrizioni sulle timbrature e sulle false attestazioni di presenza in servizio da parte del D.Lgs. 150/09, unitamente all’innovativo sistema disciplinare previsto per la prima volta per i Dirigenti responsabili dei vari servizi/dipartimenti dell’Ente, nonché a quello già contemplato per coloro che già ricoprono funzione di responsabilità di gestione del personale a vario titolo (Elevate Professionalità, Posizioni Organizzative, Coordinatori, Responsabili di Ufficio/Servizio), impongono una analitica conoscenza dei singoli istituti riguardanti l’orario di lavoro al fine di un monitoraggio costante e capillare, onde prevenire eventuali abusi e profili di responsabilità ad ampio raggio (disciplinare, amministrativo-contabile e penale). Alle novità in materia di lavoro notturno introdotte dal D.Lgs. 15 giugno 2015, n. 80 si aggiungono le ultime disposizioni in tema di controlli a distanza della presenza in servizio dei dipendenti previste dal decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 151.

Il corso terrà naturalmente conto anche delle specifiche clausole contrattuali contenute nei CCNL pubblici (comparto e dirigenza), nonché degli indirizzi amministrativi (Ministero del lavoro, Aran, Dipartimento Funzione Pubblica, Inps). Ad ultimare il quadro complessivo interverrà una analitica e ragionata disamina degli ultimi orientamenti giurisprudenziali su timbrature, pausa pranzo, pausa caffè, ritardi, assenze ingiustificate, ferie, straordinario, rapporto libera professione intramoenia ed attività istituzionale, reperibilità, indennità di turnazione.

METODOLOGIA DIDATTICA: corso “frontale”, di carattere squisitamente teorico-pratico, atto alla disamina della complessa disciplina di riferimento ed alla soluzione di casi pratici esposti in aula. Interazione con i partecipanti al fine di consentire a questi ultimi l’acquisizione di nozioni che consentono loro una adeguata autonomia gestionale.

PROGRAMMA: Definizione di orario di lavoro. TIMBRATURE. Obbligo della procedura automatizzata delle presenze/assenze del personale dipendente (comparto e dirigenza). La gestione della mancata timbratura. Modalità sostitutive legittime e modalità sostitutive illegittime. Eventuali limiti di tolleranza delle mancate timbrature. I profili di responsabilità penali, disciplinari, amministrativo-contabili. Le responsabilità in caso di omesso controllo e/o di tolleranza. Il CCNL Dirigenza 2010. Adempimenti specifici per i dipendenti dell’UOC Risorse Umane ed eventuali implicazioni negative. RITARDI. Analisi della normativa di riferimento. Gli indirizzi del Dipartimento della Funzione Pubblica. L’orientamento della giurisprudenza. Cause di giustificazione ed eventuali limiti di tolleranza. Obbligo di vigilanza e di attivazione del relativo procedimento disciplinare. D.LGS. 66/2003 E CCNL. Il tempo per recarsi al lavoro. Il tempo della vestizione/svestizione di divise fornite dall’Amministrazione: il nuovo indirizzo della Corte di Cassazione 2017 e necessario adeguamento da parte delle Amministrazioni. L’orario multi periodale. La banca delle ore. LAVORO STRAORDINARIO. Disciplina e criteri di calcolo; limiti individuali e complessivi; il sistema delle responsabilità e le ipotesi di non monetizzazione delle prestazioni straordinarie; le deroghe e le esclusioni. Le ipotesi di straordinario riconosciute e quelle assolutamente non ammesse. Disciplina del RECUPERO COMPENSATIVO e differenze con i permessi brevi. Le eccedenze orarie in regime di flessibilità oraria. Casi particolari: TITOLARI DI POSIZIONE ORGANIZZATIVA (Enti Locali, Sanità, Ministeri, Enti Pubblici non Economici), ELEVATE PROFESSIONALITÀ (Università) e RICERCATORI E TECNOLOGI (Enti di Ricerca), margini e limiti di flessibilità, calcolo delle 36 ore medie trimestrali. DOCENTI (Afam). L’orario di lavoro del personale con QUALIFICA DIRIGENZIALE (inclusi Direttori di Struttura Complessa). Verifica circa l’obbligo o meno della timbratura per i Dirigenti. RIPOSI GIORNALIERI: fruizione consecutiva e frazionata dei riposi giornalieri; modalità di computo delle attività lavorative effettivamente rese in regime di reperibilità ai fini del calcolo dei riposi giornalieri. Divieto del doppio turno di lavoro in ambito giornaliero a decorrere dal 25 novembre 2015. Gli obblighi e le responsabilità di tutti coloro che sono deputati a gestire le risorse umane. PAUSE: tipologie e durata. Pause obbligatorie e pause facoltative. Le pause del personale addetto al videoterminale. La pausa caffè. La pausa pranzo. Il diritto alla mensa: requisiti oggettivi; le clausole contrattuali. FERIE: Periodi di fruizione e programmazione; le ipotesi interruttive; il potere di assegnazione unilaterale del periodo feriale: esempi; La gestione delle ferie arretrate. FESTIVITÀ SOPPRESSE: gestione, calcolo e differenze tra ferie. RIPOSI SETTIMANALI: la domenica e le possibili deroghe. Le novità derivanti dalla mancata effettuazione del riposo settimanale e relativo danno. La gestione del lavoro prestato nel giorno di riposo settimanale. FESTIVITÀ INFRASETTIMANALI: coincidenza con la domenica. Il lavoro prestato nel festivo infrasettimanale. Il lavoro prestato nel GIORNO NON LAVORATIVO. La REPERIBILITÀ: passiva e attiva. Rapporto con i festivi e con i riposi settimanali. Analisi della recente giurisprudenza della Corte di Cassazione. LE TRASFERTE: disciplina, relazione viaggio-orario di lavoro. LAVORO NOTTURNO: le novità introdotte dal D.Lgs. 15 giugno 2015, n. 80. NUOVO SISTEMA SANZIONATORIO: gli obblighi e le responsabilità della dirigenza. Il raddoppio delle sanzioni amministrative introdotte dalla legge n. 9/2014. PRASSI: Gli indirizzi del Ministero del Lavoro. La posizione del Dipartimento della Funzione Pubblica. Esame ragionato della recente GIURISPRUDENZA su timbrature, pausa pranzo, pausa caffè, ritardi, assenze ingiustificate, ferie, straordinario, reperibilità, turnazione, riposo settimanale, rapporto libera professione intramoenia ed attività istituzionale.

PROVA DI VERIFICA DELL’APPRENDIMENTO: prevista.