ISCRIZIONE ONLINE

SELEZIONARE SEDE E DATA DEL CORSO

PROSEGUI

ISCRIZIONE FAX

Scarica la scheda di iscrizione ai Corsi Ebit   da inviare via FAX allo 0832/1831467

QUOTE ISCRIZIONE

QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

NOTE OPERATIVE

NOTE OPERATIVE E QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT

TITOLI RILASCIATI: A tutti i partecipanti verrà rilasciato l’attestato di partecipazione.

Se espressamente previsto nel singolo corso, al dipendente che supererà positivamente (test facoltativo) la prova di verifica finale dell’apprendimento verrà altresì rilasciato un attestato di profitto, che sarà certificato da EBIT al termine del corso.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

NOTE OPERATIVE: E’ possibile iscriversi fino a 5 giorni lavorativi prima dell'inizio del corso. In caso di iscrizione sarà fatturata l'intera quota di partecipazione qualora non pervenga disdetta scritta entro il suindicato termine. E’ comunque consentito sostituire i partecipanti in ogni momento. Una settimana prima del seminario sarà data conferma o disdetta dello stesso.

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

ORARI: 9,30-13,30 e 14,30-17,00

DOCENTE: dott. VINCENZO TEDESCO, Università di Pisa – Esperto in gestione e sviluppo delle risorse umane e nelle tematiche dell’anticorruzione, trasparenza e valutazione del personale – Componente tavolo Anac per la definizione del Piano anticorruzione nelle Università – Autore di articoli, note e commenti in materia di lavoro pubblico – Componente del Comitato scientifico lavoroprevidenza.com – OIV in Ente Locale – Docente EBIT, Scuola di Formazione e Perfezionamento per la P.A.

DESTINATARI: Dirigenti, funzionari, impiegati amministrativi e tecnici di tutte le Pubbliche Amministrazioni

OBIETTIVI: Il corso intende offrire un’analisi del nuovo diritto di accesso (FOIA) alla uce delle problematiche e alla luce degli orientamenti derivanti dall’entrata in vigore del dlgs 97/2017 . Inoltre si cercherà di fare il punto con il diritto di accessi classico offrendo case study e schemi verificando anche l’impatto con la normativa sulla privacy.

MATERIALE DIDATTICO: normativa, giurisprudenza, slides

PROGRAMMA: L’ATTUAZIONE DEL DIRITTO DI ACCESSO. Il diritto di accesso ai documenti amministrativi (artt. 22 ss. Legge 241/1990): natura giuridica del diritto di accesso e finalità; i soggetti passivi; i soggetti attivi: la titolarità di un interesse diretto, concreto e attuale; oggetto del diritto di accesso: la nozione di documento; limiti al diritto di accesso; modalità di esercizio e procedimento
le forme di tutela. L’accesso civico (art. 5, c. 1, D.Lgs. 33/2013): natura giuridica dell’accesso civico e finalità; i soggetti passivi; i soggetti attivi; oggetto del diritto di accesso: la nozione di documenti, informazioni e dati; limiti al diritto di accesso; modalità di esercizio e procedimento; le forme di tutela. L’accesso civico generalizzato (art. 5, c. 2, D.Lgs. 33/2013, delibera ANAC 1309/2016, circolare DFP 2/2017): natura giuridica dell’accesso civico generalizzato e finalità; i soggetti passivi; i soggetti attivi; oggetto del diritto di accesso: la nozione di documenti, informazioni e dati; limiti al diritto di accesso: eccezioni assolute ed eccezioni relative; modalità di esercizio e procedimento
focus su: le modalità applicative previste dalla Circolare del DFP 2/2017; le forme di tutela. Definizioni e principi in materia di diritto di accesso ai documenti amministrativi. L’accesso civico e I nuovi principi di pubblicità trasparenza, e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni. Verso l’affermazione piena del “FOIA” (Freedom of Information Act). I rapporti tra diritto di accesso e tutela della privacy: il Codice in materia di protezione dei dati personali (d.l.vo 196/03); il trattamento dei dati personali e la conciliazione tra interessi contrapposti. Gli orientamenti del Garante e dei giudici amministrativi. Il nuovo ruolo dell’ANAC. L’evoluzione normativa più recente della l. 241/90 e il codice del processo amministrativo (d.l.vo 104/2010). I regolamenti attuativi della l. 241/90, in particolare il d.P.R. 184/06. Le innovazioni contenute nel d.l.vo 33/13, nella l. 124/15 e nei decreti di attuazione. Il completamento della normativa nel d.l.vo 25/5/16, n. 97. La disciplina statale, regionale, degli enti locali territoriali e delle altre amministrazioni pubbliche. Le nuove linee guida dell’ANAC (determinazione n. 1309 del 28/12/16) recanti indicazioni operative ai fini della definizione delle esclusioni e dei limiti all’accesso civico di cui all’art. 5 co. 2 del d.l.vo 33/13. L’accesso per fini scientifici ai dati elementari raccolti per finalità statistiche (art. 5-ter D.Lgs. 33/2013): gli scopi scientifici; i soggetti passivi
i soggetti attivi; oggetto del diritto di accesso: la nozione dati elementari; modalità di esercizio e procedimento. L’accesso del pubblico all’informativa ambientale (D.Lgs. 195/2005): natura giuridica dell’accesso e finalità; i soggetti passivi; i soggetti attivi; oggetto del diritto di accesso: la nozione di informativa ambientale; casi di esclusione previsti dalla normativa e limiti all’accesso nella giurisprudenza; modalità di esercizio e procedimento; le forme di tutela. Le modalità di esercizio del diritto di accesso: l’accesso informale; il rilascio di copie e i costi; il differimento; i controinteressati. Le strutture organizzative e i compiti degli URP. L’accesso ai documenti informatici: in particolare alle registrazioni fonografiche e videofonografiche. La gestione delle banche dati. Il testo unico sulla documentazione amministrativa. L’accesso effettuato dalle P.A. Particolari modalità attuative dell’accesso civico. L’accesso ai documenti in materia ambientale. L’accesso nelle procedure di gara per l’affidamento di contratti pubblici: le novità del codice degli appalti, d.l.vo 50/16. La tutela giurisdizionale; il silenzio rifiuto e il suo superamento nell’accesso civico; la legittimazione e l’interesse ad agire; l’ordine di esibizione del giudice; l’ottemperanza. Il ricorso al difensore civico e alla Commissione per l’accesso. La difesa diretta dell’amministrazione e del ricorrente. Violazione del diritto di accesso e tutela risarcitoria. Il regime delle responsabilità, civili, amministrative, penali, disciplinari e contabili dei funzionari. Esame degli ultimi orientamenti della giurisprudenza in materia di accesso.