ISCRIZIONE ONLINE

SELEZIONARE SEDE E DATA DEL CORSO

PROSEGUI

ISCRIZIONE FAX

Scarica la scheda di iscrizione ai Corsi Ebit   da inviare via FAX allo 0832/1831467

QUOTE ISCRIZIONE

QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

NOTE OPERATIVE

NOTE OPERATIVE E QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT

TITOLI RILASCIATI: A tutti i partecipanti verrà rilasciato l’attestato di partecipazione.

Se espressamente previsto nel singolo corso, al dipendente che supererà positivamente (test facoltativo) la prova di verifica finale dell’apprendimento verrà altresì rilasciato un attestato di profitto, che sarà certificato da EBIT al termine del corso.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

NOTE OPERATIVE: E’ possibile iscriversi fino a 5 giorni lavorativi prima dell'inizio del corso. In caso di iscrizione sarà fatturata l'intera quota di partecipazione qualora non pervenga disdetta scritta entro il suindicato termine. E’ comunque consentito sostituire i partecipanti in ogni momento. Una settimana prima del seminario sarà data conferma o disdetta dello stesso.

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

ORARI: 9,30-13,00 e 14,00-17,00

DESTINATARI: Uffici Tecnici; Uffici Ambiente; Suap; Polizie Locali.

DOCENTE: avv. GAETANO ALBORINO, Esperto in legislazione ambientale – Formatore EBIT, Scuola di Formazione e Perfezionamento per la P.A.

OBIETTIVI: Molti Comuni, e tanti altri ancora si stanno apprestando a farlo, hanno istituito una nuova figura professionale, l’ispettore ambientale, cui attribuire le funzioni di accertamento delle violazioni alle disposizioni del Codice dell’Ambiente, ai Regolamenti e alle Ordinanze sindacali, in materia di abbandono e di deposito incontrollato di rifiuti.

I soggetti investiti di tali poteri sono individuati nel personale delle Amministrazioni Comunali, degli Ambiti Territoriali Ottimali (ATO), in quello della Protezione Civile e delle associazioni di volontariato, e ancora, tra i dipendenti delle aziende di gestione del servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani.

L’obiettivo del corso è formare agenti con una elevata competenza, sia giuridica che tecnico-operativa, che possano contribuire ad una puntuale attuazione dei sistemi di raccolta differenziata, nonché a mantenere la città più pulita.

AL TERMINE DEL CORSO, SARÀ RILASCIATO UN ATTESTATO, CHE UNITAMENTE AL DECRETO DI NOMINA DEL SINDACO, CONSENTIRÀ LORO DI ESERCITARE LE FUNZIONI ACCERTAMENTO. A tal fine, il ricco materiale didattico conterrà, tra l’altro, modelli di regolamento comunale istitutivi della figura in argomento e di decreti sindacali di conferimento delle funzioni.

MATERIALE DIDATTICO: Normativa, giurisprudenza, modulistica (modelli di regolamento comunale istitutivi della figura in argomento e di decreti sindacali di conferimento delle funzioni)

PROGRAMMA: Nozione di illecito amministrativo; Affinità e differenze rispetto al reato. L’illecito amministrativo ambientale tra il Codice dell’Ambiente e la Legge n. 689/1981. Le condotte illecite sanzionate: l’abbandono dei rifiuti e il deposito incontrollato; Il conferimento dei rifiuti fuori dall’orario e/o dai giorni stabiliti; Il conferimento indifferenziato dei rifiuti. Analisi delle disposizioni sanzionatorie del Codice dell’Ambiente. Modelli di Regolamenti Comunali e di Ordinanze Sindacali che stabiliscono obblighi, divieti e sanzioni. L’organo competente alla esecuzione della contestazione dell’illecito amministrativo ambientale; l’ausiliare dell’ambiente; le guardie volontarie delle associazioni di protezione ambientale (WWF, LIPU, ENPA). L’accesso alla proprietà privata per l’accertamento degli illeciti amministrativi. L’ispezione del sacchetto di rifiuti. L’orientamento del Garante della privacy. Identificazione dell’autore della violazione amministrativa ambientale nella stesura dell’atto di contestazione. Il concorso di persone nell’illecito amministrativo ambientale. Il processo verbale di contestazione come atto pubblico ai sensi dell’art. 2699 c.c. Il pagamento in misura ridotta: possibilità ed esclusione; La responsabilità solidale: rilevanza teorica e pratica. L’Autorità amministrativa competente alla irrogazione delle sanzioni amministrative. I proventi e la destinazione delle sanzioni amministrative. Guida pratica alla redazione degli atti di contestazione delle violazioni ambientali. La redazione del verbale amministrativo. Prontuario e modulistica.