ISCRIZIONE ONLINE

SELEZIONARE SEDE E DATA DEL CORSO

PROSEGUI

ISCRIZIONE FAX

Scarica la scheda di iscrizione ai Corsi Ebit   da inviare via FAX allo 0832/1831467

QUOTE ISCRIZIONE

QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

NOTE OPERATIVE

NOTE OPERATIVE E QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT

TITOLI RILASCIATI: A tutti i partecipanti verrà rilasciato l’attestato di partecipazione.

Se espressamente previsto nel singolo corso, al dipendente che supererà positivamente (test facoltativo) la prova di verifica finale dell’apprendimento verrà altresì rilasciato un attestato di profitto, che sarà certificato da EBIT al termine del corso.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

NOTE OPERATIVE: E’ possibile iscriversi fino a 5 giorni lavorativi prima dell'inizio del corso. In caso di iscrizione sarà fatturata l'intera quota di partecipazione qualora non pervenga disdetta scritta entro il suindicato termine. E’ comunque consentito sostituire i partecipanti in ogni momento. Una settimana prima del seminario sarà data conferma o disdetta dello stesso.

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

ORARI: 9,30-13,00 e 14,00-17,00

DOCENTE: dott. ALFONSO PISANI, Responsabile servizio Innovazione Tecnologia, Sistemi Informativi ed Archivio e Protocollo Generale della Provincia di Salerno; Esperto in materia; Autore di articoli per “Agenda Digitale Italiana” e di ebooks sull’argomento

DESTINATARI: Il corso è diretto a tutti i dirigenti, funzionari, istruttori e collaboratori di tutte le pubbliche amministrazioni centrali e locali in quanto tutte saranno interessate dal cambiamento.

OBIETTIVI: Il codice dell’amministrazione digitale e le regole tecniche da esso discendenti hanno sancito la fine dell’uso dei supporti cartacei e delle firme autografe per i documenti prodotti dalla pubblica amministrazione. Il recente D.Lgs. 179/2016 ha riformulato le scadenze e fatto sorgere ancora nuovi obblighi sia giuridici che organizzativi e tecnici a carico delle pubbliche amministrazioni.

Per ciò che riguarda la formazione, uno dei maggiori fattori ostativi che si possono incontrare in una reingegnerizzazione dei processi di una pubblica amministrazione è la resistenza fisiologica degli attori coinvolti nel cambiamento, spesso dovuta ad una diffidenza fisiologica nel modificare processi ancorati a metodologie di lavoro consolidate negli anni. Tale diffidenza trova le sue cause principalmente nella non conoscenza dei nuovi argomenti e delle nuove problematiche che si incontreranno nel rinnovato ambiente produttivo da cui il costante bisogno di aggiornamento dei dipendenti.

Obiettivo del corso è rendere i dipendenti edotti sui fondamenti giuridici e tecnici dell’amministrazione digitale e dell’egov.

Il codice dell’amministrazione digitale e le regole tecniche da esso discendenti hanno sancito la fine dell’uso dei supporti cartacei e delle firme autografe per i documenti prodotti dalla pubblica amministrazione.

Il legislatore tende a favorire sempre più modalità di accesso telematiche ai servizi da parte dei cittadini, mentre tra pubbliche amministrazioni la corrispondenza cartacea e via fax sarebbe già di fatto non conforme alla normativa.

In un simile scenario nel lavoro quotidiano sono sempre maggiori i dubbi degli addetti su validità di istanze firmate digitalmente, di scansioni di firme autografe, di ricezioni di documenti via PEC o cooperazione applicativa e simili.

Una delle caratteristiche della formazione sarà fornire un gran numero di esempi pratici, schemi riassuntivi, casi concreti e sentenze per fare finalmente luce su concetti come “validità di un’istanza” e “validità di una trasmissione”, validità di firme elettroniche di differente tipologia, apposizione di codici a barre sostitutivi di firme autografe ecc. Ciò a puro titolo di esempio, non esaustivo, dei concetti che la proposta formativa intende affrontare e chiarire.

MATERIALE DIDATTICO: Slides dettagliate ed approfondite sugli argomenti, dispense ed ebooks. Saranno compilati, inoltre, questionari di verifica prima e dopo il corso.

PROGRAMMA:

  • Introduzione e concetti generali: I processi e i procedimenti nella P.A. La mappatura e la reingegnerizzazione dei processi nella P.A. Le tecnologie come strumento abilitante e leva all’innovazione. Principi generali del codice dell’amministrazione digitale – Agenda digitale.
  • Il documento informatico: La rappresentazione informatica, i formati e l’indipendenza dal supporto. Duplicato informatico. Copia informatica di documento analogico. Copia analogica di documento informatico. Le regole tecniche del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 13 novembre 2014, contesto normativo e scadenze. Gli obblighi, gli impatti organizzativi ed operativi della dematerializzazione dei flussi documentali.
  • Le firme elettroniche: Firme elettroniche semplici. Firme elettroniche qualificate. Firme elettroniche avanzate. Firme elettroniche digitali. Autenticità e non ripudio. Valenza giuridico-probatoria. Il ruolo dei certificatori. L’impronta informatica di un documento. Tecnologie alla base della firma digitale, dispositivi USB e HSM. Altre firme basate su tecniche biometriche. Gli obblighi, gli impatti organizzativi ed operativi nella P.A. Indirizzi della giurisprudenza. Analisi casi pratici.
  • La posta elettronica certificata: Il ruolo del gestore. Accettazione, consegna dei messaggi, ricevute brevi, complete e sintetiche. La validità delle PEC all’interno del codice dell’amministrazione digitale. Domicilio digitale. Differenze tra il fax e la PEC. Le PEC ed il cittadino. Differenze tra posta ordinaria, posta elettronica e posta elettronica certificata. Gli obblighi e gli impatti organizzativi ed operativi nella P.A. Indirizzi della giurisprudenza. Casi di discussione.
  • Il procedimento amministrativo informatico: Le nuove modalità di presentazione delle istanze. La validità e l’autenticità delle trasmissioni delle istanze. Gestione automatizzata dei flussi documentali (Inter P.A., Intra P.A. e tra cittadini/aziende e P.A.). Cooperazione applicativa. Un caso di cooperazione applicativa: la fatturazione elettronica. L’accesso telematico agli atti delle Amministrazioni e i pagamenti elettronici. Cenni sui siti web delle pubbliche amministrazioni, trasparenza e loro accessibilità.
  • Il protocollo informatico: DPR 445/00 ed il DPCM 3 dicembre 2013 sul protocollo informatico. Protocollazione di documenti cartacei ed informatici. Componenti di un sistema di protocollo informatico. Il registro di emergenza. Casi particolari di protocollazione. Il protocollo informatico, regole di visibilità e protezione dei dati e della privacy. Il responsabile del servizio di protocollo informatico.
  • Gestione degli archivi: Il fascicolo informatico ed i fascicoli ibridi. La transazione tra archivio cartaceo e archivio digitale. La conservazione elettronica dei documenti, gli obblighi, le figure responsabili, gli impatti organizzativi ed operativi. Il DPCM 3 dicembre 2013 sulla conservazione digitale. Il responsabile della conservazione. I pacchetti di versamento, archiviazione e distribuzione. Il manuale di conservazione. La conservazione in outsourcing: come scegliere un conservatore esterno e stipulare un capitolato di appalto. La certificazione dei processi e l’accreditamento.
  • La privacy e la sicurezza informatica: Il D.Lgs. 196/2003 ed il nuovo regolamento europeo sulla protezione dei dati. La privacy e la trasparenza due esigenze da bilanciare: il rapporto tra albo pretorio, sezione “amministrazione trasparente” ed il codice della privacy. Il concetto di continuità operativa ed il disaster recovery. Cenni sul cloud computing, economie di scala e problematiche di sicurezza.