ISCRIZIONE ONLINE

SELEZIONARE SEDE E DATA DEL CORSO

PROSEGUI

ISCRIZIONE FAX

Scarica la scheda di iscrizione ai Corsi Ebit   da inviare via FAX allo 0832/1831467

QUOTE ISCRIZIONE

QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

NOTE OPERATIVE

NOTE OPERATIVE E QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT

TITOLI RILASCIATI: A tutti i partecipanti verrà rilasciato l’attestato di partecipazione.

Se espressamente previsto nel singolo corso, al dipendente che supererà positivamente (test facoltativo) la prova di verifica finale dell’apprendimento verrà altresì rilasciato un attestato di profitto, che sarà certificato da EBIT al termine del corso.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

NOTE OPERATIVE: E’ possibile iscriversi fino a 5 giorni lavorativi prima dell'inizio del corso. In caso di iscrizione sarà fatturata l'intera quota di partecipazione qualora non pervenga disdetta scritta entro il suindicato termine. E’ comunque consentito sostituire i partecipanti in ogni momento. Una settimana prima del seminario sarà data conferma o disdetta dello stesso.

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

ORARI: 9,30-13,00 e 14,00-17,00

DOCENTE: ROLANDO VIVALDI, Responsabile Unità fiscale, Gestione Redditi Lavoro Autonomo e Adempimenti Assistenziali e Previdenziali Università di Pisa; Esperto di problematiche fiscali; Docente EBIT, Scuola di Formazione e Perfezionamento per la P.A.

DESTINATARI: Responsabili e addetti Uffici fiscali e finanziari – Responsabili e addetti Ufficio Contratti.

OBIETTIVI: il corso intende fornire ai partecipanti la piena conoscenza della gestione dell’iva negli scambi commerciali tra Ente pubblico ed estero, con riferimento anche agli effetti della Brexit sulle transazioni con il Regno Unito.

MATERIALE DIDATTICO:

– slides esplicative predisposte dal docente con una percorso logico e consequenziale di esposizione ed approfondimento della materia

– analisi dei materiali prodotti dalle autorità preposte alla gestione delle imposte e dei contributi trattati.

– Particolare attenzione sarà data al reperimento in rete delle informazione e dei documenti di prassi soprattutto dell’Agenzia delle Entrate e dell’Inps.

In materia di IVA sarà proposto un focus di approfondimento sulle principali decisioni di armonizzazione da parte della Corte di Giustizia Europea, nonché un breve excursus gestionale nella sezione “FatturaPa” del sito http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/portal/entrate/home e riscontri sulla sezione “Fatture e Corrispettivi” per familiarizzare con lo spesometro e la comunicazione periodica delle liquidazioni IVA.

PROGRAMMA: La soggettività passiva degli enti pubblici per le transazioni di cessione, acquisto servizi con l’estero. Vat number ed iscrizione al Vies. Iva intracomunitaria nello scambio di beni. Le particolarità per gli enti pubblici. Importazioni e regime doganale. L’esportatore abituale e il plafond. Triangolazioni comunitarie ed extraUe. Le cessioni e le acquisizioni di servizi negli scambi con l’estero: il regime della territorialità dell’imposta dopo il regolamento CE 282/2011 ed il regolamento CE 1042/2013 ed i principali documenti di prassi dell’ Agenzia delle Entrate (Circ. 36/2010, Circ. 43/2010, Circ. 37/2001, Circ. 16/2013). Il commercio elettronico diretto e indiretto: regolazione ai fini IVA. Lo sportello per il commercio elettronico in UE verso consumatori privati: il MOSS. Gli acquisti di pubblicazioni estere. Gli effetti della Brexit sulle transazioni con il Regno Unito. La specificità delle quote pagate per i congressi all’ estero: le modalità di fatturazione. L’IVA all’interno dei documenti relativi alle missioni del personale: in particolare le modalità di emissione della fattura elettronica, i rapporti tra la fatturazione elettronica e le somme anticipate dai dipendenti. Le novità sulle dichiarazioni di intento degli esportatori abituali: tecniche di controllo. I modelli INTRASTAT: casistiche di compilazione. Tempistica e trasmissione telematica. L’abolizione degli “intrastat acquisti” nel regime premiale del D.lgs 127/2015. Il modello Intra 12: nuove modalità di inclusione delle operazioni rilevanti e nuova modulistica. Gli adempimenti documentali: liquidazione dell’imposta. I registri specifici degli enti non commerciali per le transazioni intraUe ed ExtraUe: versamento, comunicazione dati IVA, spesometro, dichiarazione annuale dell’imposta. Il versamento dell’ IVA tramite modello F24 EP: i codici da utilizzare. NOVITÀ 2017: Comunicazioni trimestrali dei dati delle fatture emesse e ricevute. Comunicazioni dei dati delle liquidazioni periodiche IVA. Riflessi delle comunicazioni trimestrali sugli adempimenti INTRASTAT acquisti. Gli scambi con i paesi black-list dopo le novità della Legge di Stabilità 2016. La rappresentazione in dichiarazione IVA. Il regime del reverse charge interno dopo le novità delle due ultime Leggi di Stabilità: possibili ottimizzazioni finanziarie negli enti pubblici, in particolare nei servizi di pulizia e di manutenzione. Il reverse charge come modalità ordinaria di corresponsione dell’IVA nei rapporti con l’estero. La “scomparsa” del rappresentante fiscale. Il reverse charge nell’acquisto di pc, tablet, laptop ed altre componenti elettroniche: le precisazioni della circolare n. 21/2016. Analisi dell’articolo 17 del DPR 633/72 sul debitore d’imposta. Esame di fatture estere e loro corretta compilazione alla luce della normativa europea. Novità sulle note di variazione iva articolo 26 DPR 633/72. Esame della prassi dell’Agenzia delle Entrate. Risposte a quesiti.