ISCRIZIONE ONLINE

SELEZIONARE SEDE E DATA DEL CORSO

PROSEGUI

ISCRIZIONE FAX

Scarica la scheda di iscrizione ai Corsi Ebit   da inviare via FAX allo 0832/1831467

QUOTE ISCRIZIONE

QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

NOTE OPERATIVE

NOTE OPERATIVE E QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT

TITOLI RILASCIATI: A tutti i partecipanti verrà rilasciato l’attestato di partecipazione.

Se espressamente previsto nel singolo corso, al dipendente che supererà positivamente (test facoltativo) la prova di verifica finale dell’apprendimento verrà altresì rilasciato un attestato di profitto, che sarà certificato da EBIT al termine del corso.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

NOTE OPERATIVE: E’ possibile iscriversi fino a 5 giorni lavorativi prima dell'inizio del corso. In caso di iscrizione sarà fatturata l'intera quota di partecipazione qualora non pervenga disdetta scritta entro il suindicato termine. E’ comunque consentito sostituire i partecipanti in ogni momento. Una settimana prima del seminario sarà data conferma o disdetta dello stesso.

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

ORARI: 9,30-13,00 e 14,00-17,00

DOCENTE: ROLANDO VIVALDI, Responsabile Unità fiscale, Gestione Redditi Lavoro Autonomo e Adempimenti Assistenziali e Previdenziali Università di Pisa; Esperto di problematiche fiscali; Docente EBIT, Scuola di Formazione e Perfezionamento per la P.A.

DESTINATARI: Responsabili e addetti Uffici fiscali e finanziari – Responsabili e addetti Ufficio Contratti.

OBIETTIVI: il corso intende fornire ai partecipanti la piena conoscenza della gestione dell’iva e della fattura elettronica al fine di assicurare la padronanza dei meccanismi documentali e contabili utili alla gestione dei processi di fatturazione.

MATERIALE DIDATTICO:

– slides esplicative predisposte dal docente con una percorso logico e consequenziale di esposizione ed approfondimento della materia

– analisi dei materiali prodotti dalle autorità preposte alla gestione delle imposte e dei contributi trattati.

– Particolare attenzione sarà data al reperimento in rete delle informazione e dei documenti di prassi soprattutto dell’Agenzia delle Entrate e dell’Inps.

In materia di IVA sarà proposto un focus di approfondimento sulle principali decisioni di armonizzazione da parte della Corte di Giustizia Europea, nonché un breve excursus gestionale nella sezione “FatturaPa” del sito http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/portal/entrate/home e riscontri sulla sezione “Fatture e Corrispettivi” per familiarizzare con lo spesometro e la comunicazione periodica delle liquidazioni IVA.

PROGRAMMA: I lineamenti generali del tributo: definizione dei soggetti passivi. Le attività commerciali degli enti pubblici. Il concetto di pubblica “autorità” nella legislazione IVA europea (art. 13 Dir. 226/112/CE). L’Ente pubblico come “ente non commerciale”. La dichiarazione di inizio attività e le opzioni in essa esercitabili. Momento di effettuazione delle operazioni in ambito nazionale, UE ed ExtraUe. I sintomi della commercialità dei contratti delle Pubbliche Amministrazioni. Le circolari 34/E 2013 e la circolare n.20 dell’11 Maggio 2015 in materia di distinzione tra contributi e corrispettivi. Le operazioni imponibili, non imponibili, esenti, escluse, non territoriali. La particolarità di talune prestazioni esenti: prestazioni didattiche, sanitarie, l’accesso a musei. Le operazioni non imponibili. Esportazioni dirette ed indirette. Il concetto di esportatore abituale e i suoi riflessi nei rapporti con la P.A. Le operazioni non imponibili legate ai contratti commerciali o di associazione alla ricerca con la CE: l’ applicazione pratica dell’ articolo 72 del DPR 633/72. La base imponibile. Riduzioni e maggiorazioni. Sconti ed abbuoni. Le spese di emissione della fattura. Chi paga il bollo in fattura? Le modalità corrette di riaddebito dell’imposta di bollo in fattura elettronica. La rivalsa: meccanismi applicativi e particolarità alla luce dell’entrata in vigore della normativa sullo split payment. Il caso delle cessioni gratuite: differenza tra sconto merci e cessione gratuita. Il meccanismo della detrazione dell’ imposta. Detrazione piena, cause di indetraibilità, il meccanismo del pro-rata. Le nuove tempistiche in materia di detrazione. Il concetto di “volume d’affari”. Il nuovo regime d’Iva per e-book e pubblicazioni in formato elettronico. La “morte” (provvisoria dopo la pronuncia della CE) del regime dell’IVA ad esigibilità differita per gli enti pubblici alla luce della nuova normativa della scissione dei pagamenti: differenze con il regime dell’IVA per cassa. Fatturazione delle operazioni. La scissione dei pagamenti, riflessi sulle modalità di emissione delle fatture, esclusioni dal regime, il registro delle fatture “splittate” in attività commerciale ed istituzionale. Esame della normativa e dei documenti di prassi in materia di split: il DM 23 Gennaio 2015, la circolare 1/2015 e 15/2015 dell’ Agenzia delle Entrate, il nuovo articolo 17-ter del DPR 633/72, le disposizioni dell’articolo 1 della legge 50/2017 sull’estensione dell’ambito oggettivo dello split payment, il decreto MEF del 27 Giugno 2017 e le nuove modalità di contabilizzazione dell’IVA splittata im ambito commerciale ed in ambito istituzionale, le fatture promiscue. I nuovi adempimenti IVA 2017: lo spesometro obbligatorio (l.193/2016) e lo spesometro facoltativo (D.lgs 127/2015), differenze ed opportunità, la comunicazione delle liquidazioni IVA. L’acquisto degli e-book e dei libri su Internet: riduzione dell’aliquota e problematiche di compatibilità col regime IVA comunitario. La Circolare 1/2017 dell’Agenzia delle Entrate.