ISCRIZIONE ONLINE

SELEZIONARE SEDE E DATA DEL CORSO

PROSEGUI

ISCRIZIONE FAX

Scarica la scheda di iscrizione ai Corsi Ebit   da inviare via FAX allo 0832/1831467

QUOTE ISCRIZIONE

QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

NOTE OPERATIVE

NOTE OPERATIVE E QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT

TITOLI RILASCIATI: A tutti i partecipanti verrà rilasciato l’attestato di partecipazione.

Se espressamente previsto nel singolo corso, al dipendente che supererà positivamente (test facoltativo) la prova di verifica finale dell’apprendimento verrà altresì rilasciato un attestato di profitto, che sarà certificato da EBIT al termine del corso.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

NOTE OPERATIVE: E’ possibile iscriversi fino a 5 giorni lavorativi prima dell'inizio del corso. In caso di iscrizione sarà fatturata l'intera quota di partecipazione qualora non pervenga disdetta scritta entro il suindicato termine. E’ comunque consentito sostituire i partecipanti in ogni momento. Una settimana prima del seminario sarà data conferma o disdetta dello stesso.

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

ORARI: 9,30-13,00 e 14,00-17,00

DOCENTE: ROLANDO VIVALDI, Responsabile Unità fiscale, Gestione Redditi Lavoro Autonomo e Adempimenti Assistenziali e Previdenziali Università di Pisa; Esperto di problematiche fiscali; Docente EBIT, Scuola di Formazione e Perfezionamento per la P.A.

DESTINATARI: Operatori e funzionari preposti alla gestione dei pagamenti di stipendi ed emolumenti a dipendenti, collaboratori, borsisti nonché agli addetti alle liquidazioni e pagamenti di compensi per lavoro autonomo.

OBIETTIVI: il corso intende affrontare in maniera completa ed esaustiva tutti gli aspetti di imponibilità fiscale e di rappresentazione contabile dei rimborsi spese nella Pubblica Amministrazione.

MATERIALE DIDATTICO:

– slides esplicative predisposte dal docente con una percorso logico e consequenziale di esposizione ed approfondimento della materia

– analisi dei materiali prodotti dalle autorità preposte alla gestione delle imposte e dei contributi trattati.

– Particolare attenzione sarà data al reperimento in rete delle informazione e dei documenti di prassi soprattutto dell’Agenzia delle Entrate e dell’Inps.

PROGRAMMA: Definizione delle varie tipologie di rimborso spese: spese per la produzione del reddito; riaddebito di spese sostenute per nome e per conto; spese forfettizzate. SPESE DI PRODUZIONE DEL REDDITO – TRATTAMENTO AI FINI DELLE IMPOSTE DIRETTE E DELL’IVA: Il regime dei rimborsi spese nei percettori di redditi di lavoro dipendente ed assimilato. Il rimborso spese analitico. Il rimborso spese forfettario. Il rimborso spese “misto”. I limiti di applicabilità del rimborso spese analitico. Il caso dei rimborsi per iscrizioni a congressi in Italia ed all’ estero. I limiti di applicabilità del rimborso spese forfettario: come il forfettario, vietato nel territorio nazionale, rientri però “dalla finestra” in ipotesi di forfettizzazione di spese di trasporto. Il regime dei rimborsi a percettori “atipici”: borsisti esenti, studenti, personale associato ad iniziative culturali e di ricerca. la Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n.284 del 7 luglio 2008. Non imponibilità delle somme erogate al dipendente nell’interesse del datore di lavoro. Il regime dei rimborsi spese nei percettori di redditi di lavoro autonomo. I rimborsi spese nel lavoro autonomo professionale: contratti con compenso e contratti gratuiti. I rimborsi spese nel lavoro autonomo occasionale: contratti con compensi e contratti gratuiti. La Risoluzione n.49 dell’ 11 Luglio 2013: fine della “querelle” sulla applicazione della ritenuta di acconto IRPEF agli occasionali senza compenso. Il regime del “prepagato” nel lavoro autonomo occasionale e professionale. Le novità e le semplificazioni introdotte dal D.L. 22 ottobre 2016, n. 193: una diversa opportunità di gestione delle spese per incarichi professionali. Il disegno di legge sul Job act dei professionisti e l’ancor più ampia previsione di non concorrenza al reddito delle spese professionali. RIADDEBITO DI SPESE SOSTENUTE PER NOME E PER CONTO – TRATTAMENTO AI FINI DELLE IMPOSTE DIRETTE E DELL’IVA: Le tipologie di spese interessate. La fattispecie giuridica sottostante a tali spese: il mandato per nome e per conto art. 1704 del codice civile. Il mandato di spese sostenute per nome e per conto nell’articolo 15 del DPR 633/72. LE SOMME EROGATE A TITOLO DI “RIMBORSO SPESE” MA SOSTANZIALMENTE FORFETTIZZATE – IMPONIBILITÀ DELLE EROGAZIONI. L’ambiguità della formulazione. Casistiche e spazi di esenzione fiscale: il quesito nr. 5 della Risoluzione n. 86 del 13 Marzo 1982. La deducibilità delle spese per il committente.