ISCRIZIONE ONLINE

SELEZIONARE SEDE E DATA DEL CORSO

PROSEGUI

ISCRIZIONE FAX

Scarica la scheda di iscrizione ai Corsi Ebit   da inviare via FAX allo 0832/1831467

QUOTE ISCRIZIONE

QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

NOTE OPERATIVE

NOTE OPERATIVE E QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT

TITOLI RILASCIATI: A tutti i partecipanti verrà rilasciato l’attestato di partecipazione.

Se espressamente previsto nel singolo corso, al dipendente che supererà positivamente (test facoltativo) la prova di verifica finale dell’apprendimento verrà altresì rilasciato un attestato di profitto, che sarà certificato da EBIT al termine del corso.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

NOTE OPERATIVE: E’ possibile iscriversi fino a 5 giorni lavorativi prima dell'inizio del corso. In caso di iscrizione sarà fatturata l'intera quota di partecipazione qualora non pervenga disdetta scritta entro il suindicato termine. E’ comunque consentito sostituire i partecipanti in ogni momento. Una settimana prima del seminario sarà data conferma o disdetta dello stesso.

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

ORARI: 9,30-13,30 e 14,30-17,00

DOCENTE: dott. CORRADO COPPOLECCHIA, Coordinatore Dipartimento Gestione Risorse Finanziarie della Università degli Studi di Bari; Esperto in materia; Formatore EBIT – Scuola di Formazione e Perfezionamento per la P.A.

DESTINATARI: tutti coloro che sono coinvolti nei processi gestionali, contabili, contrattuali, economali e tributari.

OBIETTIVI: Il percorso formativo si propone, con taglio prevalentemente pratico-operativo, di analizzare in dettaglio i presupposti normativi che prevedono i nuovi adempimenti a carico degli Enti Pubblici. Saranno passate in rassegna le recenti disposizioni che disciplinano i pagamenti degli Enti Pubblici. In considerazione che l’obbligo della emissione della fattura elettronica nei rapporti con tutti gli Enti Pubblici è oramai a regime e che a seguito della introduzione con la legge 190/2014 (legge di stabilità 2015), del meccanismo dello split payment e la estensione a numerose altre attività del reverse charge, sono state modificate le modalità di gestione, contabilizzazione e pagamento delle fatture passive degli Enti Pubblici e della liquidazione e del versamento della corrispondente IVA. Di conseguenza il percorso si propone di fornire le necessarie conoscenze dei principi previsti dalla normativa IVA – DPR 633/72 – che regolamentano la emissione, la gestione e la esigibilità delle fatture. Saranno inoltre passate in rassegna i conseguenziali adempimenti connessi alla tracciabilità dei flussi, la verifica della regolarità contributiva con l’introduzione dal 1/7/2015 del DURC on line, alle verifiche telematiche di Equitalia, alla gestione delle ritenute sui pignoramenti, agli obblighi di pubblicità dei pagamenti, i rimborsi spese, i pagamenti a soggetti non residenti e la certificazione dei crediti. Il percorso formativo tiene conto delle novità introdotte anche dalla legge n. 208/2015 (legge di stabilità). Aggiornato con quanto previsto dal D.Lgs 50/2016 – NUOVO CODICE APPALTI PUBBLICI (DURC), dal D.Lgs 127/2015 (FATTURA ELETTRONICA FRA PRIVATI) e dal decreto fiscale di fine anno 2016, dalla legge di stabilità 2017 e dal decreto “milleproroghe” e dal D.L. n.50/2017.

MATERIALE DIDATTICO: slides; documentazione fiscale e tributaria riferita agli argomenti trattati; esemplificazioni pratiche delle argomentazioni trattate.

PROGRAMMA: Le fatture e le note di pagamento: Inquadramento soggettivo ed oggettivo, Ambiti istituzionali e commerciali. Inquadramento giuridico-tributario. Nuove clausole ed informazioni da inserire nei contratti e nei buoni d’ordine. Fattura attiva e passiva. Momento impositivo, emissione e contabilizzazione della fattura. Esigibilità dell’IVA. Lo split payment. Il nuovo reverse charge. Pagamento della fattura. Liquidazione dell’IVA. La fattura elettronica – gestione delle criticità riscontrate con i fornitori, il sistema di interscambio e la piattaforma certificativa dei crediti. Gestione, contabilizzazione e dichiarazione annuale del bollo virtuale. Le piccole spese e il fondo economale. Le scritture contabili in contabilità generale. I rapporti con i fornitori comunitari ed extracomunitari. I controlli telematici: D.L. 35/2013 e D.L. 66/2014 – la piattaforma e la certificazione dei crediti. Leggi n. 136/2010 e n. 217/2010 – la tracciabilità dei pagamenti. DURC on line. La gestione dell’intervento sostitutivo. EQUITALIA ed il controllo telematico pagamenti superiori ad € 10.000. La gestione delle ritenute sui pignoramenti. L. 190/2012 – Dlgs 33/2013 – Dlgs 97/2016 pubblicità dei pagamenti.