ISCRIZIONE ONLINE

SELEZIONARE SEDE E DATA DEL CORSO

PROSEGUI

ISCRIZIONE FAX

Scarica la scheda di iscrizione ai Corsi Ebit   da inviare via FAX allo 0832/1831467

QUOTE ISCRIZIONE

QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

NOTE OPERATIVE

NOTE OPERATIVE E QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT

TITOLI RILASCIATI: A tutti i partecipanti verrà rilasciato l’attestato di partecipazione.

Se espressamente previsto nel singolo corso, al dipendente che supererà positivamente (test facoltativo) la prova di verifica finale dell’apprendimento verrà altresì rilasciato un attestato di profitto, che sarà certificato da EBIT al termine del corso.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

NOTE OPERATIVE: E’ possibile iscriversi fino a 5 giorni lavorativi prima dell'inizio del corso. In caso di iscrizione sarà fatturata l'intera quota di partecipazione qualora non pervenga disdetta scritta entro il suindicato termine. E’ comunque consentito sostituire i partecipanti in ogni momento. Una settimana prima del seminario sarà data conferma o disdetta dello stesso.

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

ORARI: 9,30-13,00 e 14,00-17,00

DOCENTE: avv. DONATO BENEDETTI, Ex Dirigente Personale Ente Locale – Esperto in materia – Autore di pubblicazioni in materia di pubblico impiego – Formatore EBIT, Scuola di Formazione e Perfezionamento per la P.A.

DESTINATARI: Ufficio Stipendi – Servizio Personale – Servizio economico finanziario di tutte le Pubbliche Amministrazioni.

OBIETTIVI: Il corso analizzerà le fonti normative di riferimento (Testo Unico del Pubblico Impiego e Codice degli appalti) per il conferimento degli incarichi esterni, unitamente alla ultima giurisprudenza della Corte dei Conti ed amministrativa ed agli indirizzi del Dipartimento della Funzione pubblica, che completano il quadro di una situazione normativa di non sempre facile applicazione ed univoca interpretazione.

Verranno inoltre esaminate le modifiche sancite dal D.Lgs. 81/2015, in materia di contratti di lavoro, nonché il quadro normativo emergente dalla riforma del pubblico impiego sancita dal D.Lgs. 75/2017.

A questo si aggiunga la normativa fiscale e previdenziale cui occorre fare riferimento allorquando si deve liquidare un compenso ed i relativi rimborsi spese. In questo quadro normativo generale, si vogliono inoltre evidenziare le problematiche afferenti anche gli incarichi a dipendenti della Pubblica Amministrazione nella normativa ex art. 53 D.Lgs. 165/2001, come novellato dal D.Lgs. 75/2017.

Il corso è rivolto a chi ha già una buona preparazione di base nella materia.

MATERIALE DIDATTICO: normativa, circolari, giurisprudenza

METODOLOGIA DIDATTICA: Il docente tratterà  la materia in modo semplice e schematico, consentendo la discussione partecipata su ogni argomento. L’intervento formativo si svolgerà con una metodologia attiva fondata sul coinvolgimento, la valorizzazione e la capitalizzazione dell’esperienza dei partecipanti.

PROGRAMMA: L’attuale regime degli incarichi professionali conferiti dalle Pubbliche Amministrazioni (art. 7 D.Lgs. 165/01 come modificato dal D.Lgs. 75/2017. Il divieto di stipulare contratti di collaborazione coordinata e continuativa. L’obbligo di regolamentazione interna e di ricognizione della inesistenza di professionalità all’interno dell’Ente. I requisiti del soggetto incaricato: la particolare e comprovata specializzazione. I requisiti oggettivi: le attività previste dalla Legge e il programma approvato dall’Amministrazione. L’obbligo di corrispondenza con le funzioni dell’Ente. La predeterminazione dell’oggetto della prestazione, durata e luogo. L’obbligo di previsione del tetto di spesa sostenibile per gli incarichi esterni. Il ricorso a procedure comparative nella scelta del professionista. I limiti alle proroghe e ai rinnovi degli incarichi. La determinazione del compenso da corrispondere al professionista. Il regime del rimborso spese ai professionisti incaricati. Le relazioni tra gli incarichi professionali e gli affidamenti di servizi ex D.Lgs. 50/16. rapporti di lavoro parasubordinati. Disciplina degli incarichi dirigenziali ex art. 110 D.Lgs. 267/00. Le ipotesi di inconferibilità e incompatibilità. Le Linee guida ANAC (Determinazione 833/2016). Il divieto di conferire a dipendenti collocati a riposo incarichi dirigenziali o direttivi, di studio o di consulenza. Gli obblighi di trasparenza degli incarichi professionali. La pubblicazione sul sito web dell’Ente dei dati relativi agli incarichi come requisito di efficacia. Le modifiche alla disciplina in materia di incarichi (art. 53 del D.Lgs. n. 165/2001). La check-list fornita dalla Corte dei Conti , sezione giurisdizionale Lombardia , con la sentenza n. 54 del 16 aprile 2015, per valutare le possibilità di autorizzazione. Gli obblighi di pubblicità (D.Lgs. n. 33/2013) e la Circolare n. 2/2013 del Dip. Funzione Pubblica. L’impianto normativo sanzionatorio in caso di mancata richiesta di autorizzazione: conseguenze per il dipendente, per l’Amministrazione di appartenenza e per il committente (pubblico e privato). La disciplina del part-time e le deroghe al regime delle incompatibilità. L’Anagrafe delle prestazioni ed i relativi obblighi di comunicazione (www.perlapa.gov.it). Inquadramento delle diverse forme di lavoro autonomo: Il lavoro autonomo professionale. La Co.Co.Co. Il lavoro autonomo occasionale. Focus sulle più recenti modifiche alla disciplina vigente contenute nel c.d. Jobs Act D.lgs. 81/2015 in materia di contratti di lavoro. La nuova disciplina organica dei contratti di lavoro e revisione della normativa in tema di mansioni: applicabilità alla disciplina dei contratti di lavoro della pubblica amministrazione.  l contratti di collaborazione coordinata e continuativa. La disciplina del lavoro a tempo parziale. Il lavoro a tempo determinato. La disciplina delle mansioni dell’art. 3 del D.Lgs. 81/2015 e dell’art. 52 del D.Lgs. 165/2001. Il trattamento fiscale e previdenziale dei compensi e dei rimborsi spese delle varie tipologie di lavoratori autonomi e parasubordinati. Gli obblighi del committente sostituto d’imposta. La tassazione fiscale dei lavoratori autonomi professionali, occasionali, co.co.co. e co.co.pro. Le varie tipologie di rimborsi spese (viaggio, vitto, alloggio, indennità chilometrica et similia). Aspetti previdenziali: casse di previdenza e gestione separata Inps. Problematiche applicative dell’Iva, dell’Irap e dell’Inail. Gestione delle certificazioni da rilasciarsi (C.U.) e della compilazione dei corrispondenti quadri del MOD. 770 (si farà ovviamente riferimento agli ultimi modelli del corrente anno già approvati dall’Ag. delle Entrate). Esame dei relativi quadri delle denunce mensili (lista PosPA) da compilarsi ogni mese successivo al pagamento per lavoratori autonomi occasionali (compensi superiori a 5.000,00 euro nell’anno e Collaboratori coordinati e continuativi.