ISCRIZIONE ONLINE

SELEZIONARE SEDE E DATA DEL CORSO

PROSEGUI

ISCRIZIONE FAX

Scarica la scheda di iscrizione ai Corsi Ebit   da inviare via FAX allo 0832/1831467

QUOTE ISCRIZIONE

QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

NOTE OPERATIVE

NOTE OPERATIVE E QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT

TITOLI RILASCIATI: A tutti i partecipanti verrà rilasciato l’attestato di partecipazione.

Se espressamente previsto nel singolo corso, al dipendente che supererà positivamente (test facoltativo) la prova di verifica finale dell’apprendimento verrà altresì rilasciato un attestato di profitto, che sarà certificato da EBIT al termine del corso.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

NOTE OPERATIVE: E’ possibile iscriversi fino a 5 giorni lavorativi prima dell'inizio del corso. In caso di iscrizione sarà fatturata l'intera quota di partecipazione qualora non pervenga disdetta scritta entro il suindicato termine. E’ comunque consentito sostituire i partecipanti in ogni momento. Una settimana prima del seminario sarà data conferma o disdetta dello stesso.

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

ORARI: 9,30-13,00 e 14,00-17,00

DOCENTE: avv. DONATO BENEDETTI, Ex Dirigente Personale Ente Locale – Esperto in materia – Autore di pubblicazioni in materia di pubblico impiego – Formatore EBIT, Scuola di Formazione e Perfezionamento per la P.A.

DESTINATARI: Ufficio Stipendi – Servizio Personale degli Enti Locali

OBIETTIVI: Il corso ha l’obiettivo di fornire agli addetti degli Uffici deputati al pagamento degli stipendi di Enti Locali, le nozioni fondamentali relative ai meccanismi contabili del cedolino retributivo.

Successivamente ad una breve premessa sui principi generali che regolano il rapporto di pubblico impiego, verranno analizzati i principali istituti contabili disciplinati dai contratti nazionale di lavoro e dai contratti decentrati, utilizzando come strumento didattico la struttura retributiva del cedolino del dipendente, suddiviso in voci fisse e accessorie.

Verrà dedicata una particolare attenzione alla gestione dei c.d. “Fondi contrattuali” per una corretta compilazione delle corrispondenti tabelle del Conto Annuale.

Il corso è aggiornato con più recenti novità legislative e/o normative intervenute in materia:

Il c.d. “blocco “ dei fondi destinati alla contrattazione decentrata integrativa, operato dall’art. 9-comma 2bis- del D.L.78/2010, come modificato ed integrato dal comma 456 della legge n.147/2013, l’impatto sui fondi 2015. L’impatto sui fondi 2016 operato dalla legge di stabilità 2016. Le regole di finanziamento del fondo nel 2017 operato dall’art. 23 del D.Lgs. 75/2017.

Verranno illustrate le più recenti Circolari INPS in materia di denunce previdenziali e trattamento giuridico economici dei dipendenti degli Enti Locali: Circ.INPS 105/2012, Circ. INPS n. 97/2013, Circ. INPS n.6 del 16/01/2014, Circolare INPS 81/2015, Messaggio INPS n.3284/2015, Circolare INPS n.11/2016, Circolari INPS 40/65/69 del 2016, INPS messaggio 3068 del 13/07/2016 (compilazione lista PosPA), INPS Circolare 11-1-2017

Al termine del corso, i partecipanti avranno una visione chiara e paradigmatica di tutti i principali meccanismi contabili e previdenziali connessi all’emissione del cedolino retributivo dei dipendenti cui si applica la normativa del personale del comparto Enti Locali.

MATERIALE DIDATTICO: normativa, circolari, schede, tabelle esemplificative

METODOLOGIA DIDATTICA: Il docente tratterà  la materia in modo semplice e schematico, consentendo la discussione partecipata su ogni argomento. L’intervento formativo si svolgerà con una metodologia attiva fondata sul coinvolgimento, la valorizzazione e la capitalizzazione dell’esperienza dei partecipanti.

PROGRAMMA: Inquadramento generale del pubblico impiego D.lgs. 165/2001 e s.m.i., D.lgs. 150/2009 e s.m.i., con particolari cenni sistematici alle modifiche apportate dai D.Lgs. 74/2017 e D.Lgs. 75/2017, di attuazione della legge 124/2015. La contrattazione collettiva nazionale e decentrata. LA BUSTA PAGA: La struttura della busta paga del personale delle Categorie e del personale Dirigente: voci fisse e voci accessorie (in questo ambito saranno illustrati i meccanismi contabili del cedolino, il calcolo delle voci accessorie come previsto dalle disposizioni contrattuali, nonché il ricalcolo degli arretrati contrattuali). Le tipologie di voci fisse. Le voci accessorie ed i meccanismi di gestione dell’uscita dei Fondi contrattuali, finalizzata alla corretta compilazione delle corrispondenti tabelle del conto annuale. Gli effetti della riforma “Brunetta” sulla struttura retributiva dei dipendenti pubblici, come modificata dai D.Lgs. 74/2017 e D.Lgs. 75/2017. La performance sostituisce la produttività individuale e collettiva. La performance individuale ed organizzativa: nuove voci retributive del trattamento accessorio nel nuovo art 45 del D.Lgs. n.  165/01. Impatto “contabile” delle nuove regole di finanziamento della performance sui Fondi destinati alla Contrattazione decentrata. Art. 10 CCNL 9 maggio 2006. Voci fisse e voci accessorie: straordinario, maggiorazioni, indennità di turno, indennità per riposo compensativo, reperibilità, indennità di rischio et similia. Indennità ex art. 37 CCNL 6/7/1995 e s.m.i.. Indennità ex art. 17 lett.f) ed i) CCNL 1/4/1999 e s.m.i.; Progressioni orizzontali e verticali. La disciplina della retribuzione di posizione e di risultato delle posizioni organizzative e delle alte professionalità. Cenni alla struttura retributiva della Dirigenza. La disciplina del preavviso e delle trattenute per “mancato preavviso”. Il trattamento economico ferie non godute, permessi e malattie, congedi parentali, aspettative, assenze per motivi politici e sindacali. Il trattamento economico del part-time e del tempo determinato. La tredicesima mensilità: modalità di calcolo con particolare attenzione all’applicazione delle disposizione di legge e di CCNL disciplinanti le assenze dal servizio: congedi parentali, per malattia del figlio et similia. Cenni agli “obblighi di adeguamento” dei Contratti decentrati 2013 secondo quanto disposto dall’art. 65, comma 4, D.Lgs. 150/2009 s.m.i. Le conseguenze della disapplicazione dal 2015 dell’art. 9, comma 2bis, del D.L.78/2010 e s.m.i. in ordine al blocco della contrattazione decentrata ed il ripristino dell’obbligo di riduzione operato dalla legge di stabilità 2016. Le possibilità di aumento dei fondi destinati alla contrattazione decentrata e relative problematiche applicative nel 2017. Cenni agli obblighi di pubblicazione dei dati afferenti le retribuzioni del personale (D.Lgs. 33/2013). Il concetto di imponibile e la sua rilevanza nei meccanismi contabili della busta paga. L’imponibile TFS e TFR. Illustrazione delle differenze fra i due istituti. L’imponibile previdenziale, INAIL e fiscale dopo la riforma dei redditi da lavoro dipendente (D.Lgs. 314/97). Le trattenute a carico dell’Ente e del dipendente. Le trattenute sulle retribuzioni in caso di assenza. Il concetto di cassa e il concetto di competenza ai fini fiscali e previdenziali. Le ultime circolari INPS in materia previdenziale riferite alla disciplina giuridico-economica dei dipendenti degli Enti Locali. La struttura della nuova Denuncia UNIEMENS – Lista PosPA con individuazione dei dati elaborati nei cedolini che confluiscono nella Lista PosPA allo scopo di offrire una visione completa di tutti i flussi dei dati contabili relativi alla gestione del personale: in questo ambito si farà riferimento alla struttura della Denuncia UNIEMENS – Lista PosPA ed al relativo Allegato Tecnico contenuti nei relativi documenti rinvenibili nel sito web dell’INPS. Nell’ambito della struttura della Lista PosPA, verranno esaminati i principali istituti concernenti i congedi parentali, le assenze per assistenza all’handicap, la contribuzione figurativa, le aspettative per mandato elettorale e sindacale, et similia. Gestione delle competenze del personale deceduto e ai rispettivi eredi. Esame casistiche in materia di successioni legittime e testamentarie. Problematiche connesse agli eredi minorenni, adempimenti da parte degli eredi in relazione alle disposizioni in materia di imposte di successione. Disciplina fiscale e previdenziale degli emolumenti da corrispondere agli eredi legittimi e testamentari. Cenni sul recupero degli emolumenti non dovuti ai dipendenti e ripetizione di emolumenti da parte dei dipendenti nei confronti della Pubblica Amministrazione. Cessioni, pignoramenti, delegazioni di pagamento a carico dei dipendenti, come disciplinati dal D.P.R. 180/1950 e s.m.i.