ISCRIZIONE ONLINE

SELEZIONARE SEDE E DATA DEL CORSO

PROSEGUI

ISCRIZIONE FAX

Scarica la scheda di iscrizione ai Corsi Ebit   da inviare via FAX allo 0832/1831467

QUOTE ISCRIZIONE

QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

NOTE OPERATIVE

NOTE OPERATIVE E QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT

TITOLI RILASCIATI: A tutti i partecipanti verrà rilasciato l’attestato di partecipazione.

Se espressamente previsto nel singolo corso, al dipendente che supererà positivamente (test facoltativo) la prova di verifica finale dell’apprendimento verrà altresì rilasciato un attestato di profitto, che sarà certificato da EBIT al termine del corso.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

NOTE OPERATIVE: E’ possibile iscriversi fino a 5 giorni lavorativi prima dell'inizio del corso. In caso di iscrizione sarà fatturata l'intera quota di partecipazione qualora non pervenga disdetta scritta entro il suindicato termine. E’ comunque consentito sostituire i partecipanti in ogni momento. Una settimana prima del seminario sarà data conferma o disdetta dello stesso.

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

ORARI: 9,30-13,00 e 14,00-17,00

DOCENTE: avv. DONATO BENEDETTI, Ex Dirigente Personale Ente Locale – Esperto in materia – Autore di pubblicazioni in materia di pubblico impiego – Formatore EBIT, Scuola di Formazione e Perfezionamento per la P.A.

DESTINATARI: Ufficio Stipendi – Servizio Personale di tutte le Pubbliche Amministrazioni

OBIETTIVI: Il corso intende illustrare i diversi istituti normativi che attengono alle trattenute stipendiali per cessioni del quinto dello stipendio dei lavoratori dipendenti, delegazioni di pagamento e pignoramenti. Ciò al fine di agevolare l’operato degli addetti agli uffici stipendi, in ordine all’ammissibilità e legittimità delle trattenute operate a carico delle retribuzioni dei lavoratori.

MATERIALE DIDATTICO: normativa, circolari, schede, tabelle esemplificative

METODOLOGIA DIDATTICA: Il docente tratterà  la materia in modo semplice e schematico, consentendo la discussione partecipata su ogni argomento. L’intervento formativo si svolgerà con una metodologia attiva fondata sul coinvolgimento, la valorizzazione e la capitalizzazione dell’esperienza dei partecipanti.

PROGRAMMA: Inquadramento generale degli istituti delle cessioni, pignoramenti, delegazioni di pagamento a carico dei lavoratori dipendenti, come disciplinati dal D.P.R. 180/1950 e s.m.i.. L’ISTITUTO DELLA CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO: Modalità di calcolo ai fini dell’ammissibilità. Certificazioni. Rapporti con gli istituti finanziatori. Versamenti e rendicontazioni. LA DELEGAZIONE DI PAGAMENTO e sue problematiche applicative: Ammissibilità per i datori di lavoro pubblici. Differenze con l’istituto della cessione del quinto dello stipendio. Le Circolari della Ragioneria generale dello Stato nn. 1 e 30 del 2011, n. 38/2012 e n. 2/2015 e n. 3/2017: Trattenute mensili sugli stipendi dei dipendenti pubblici mediante l’istituto della delegazione – Oneri a carico degli istituti delegatari – Istruzioni operative. IL PIGNORAMENTO DELLE RETRIBUZIONI DEI DIPENDENTI PUBBLICI: Calcolo della quota di retribuzione pignorabile. Rapporti del datore di lavoro -quale terzo pignorato- con l’Autorità Giudiziaria ed il creditore pignorante. LA RIFORMA INTRODOTTA DAL D.L. 83/2015, COME CONVERTITO DALLA L.132/2015. LE NOVITÀ IN MATERIA DI PIGNORAMENTI DI STIPENDI E PENSIONI. Rendicontazioni e versamenti al creditore pignorante. Il problema del calcolo degli interessi da versare al creditore pignorante. La circolare 2 marzo 2011, n. 8/E dell’Agenzia delle Entrate. Modalità di effettuazione delle ritenute alla fonte per le somme liquidate a seguito di procedure di pignoramento presso terzi. Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate n. 34755 del 03.03.2010. Chiarimenti. Problematiche applicative concernenti il rapporto fra pignoramenti, cessioni e delegazioni di pagamento. L’istituto della cessione del quinto dello stipendio. Le altre modalità di accesso al credito nella disciplina INPDAP: PRESTITI. Piccolo prestito. Prestiti pluriennali diretti. Prestiti pluriennali garantiti. Mutui ipotecari. Convenzioni INPDAP con istituti di credito. Modulistica INPDAP. Trattenute per mancato preavviso. Recupero emolumenti erroneamente corrisposti. Recupero competenze  ad esito di provvedimenti dell’autorità giudiziaria e/o di altre autorità competenti. Prescrizione dei crediti del lavoratore: normativa di riferimento ed analisi indirizzi della giurisprudenza.