ISCRIZIONE ONLINE

SELEZIONARE SEDE E DATA DEL CORSO

PROSEGUI

ISCRIZIONE FAX

Scarica la scheda di iscrizione ai Corsi Ebit   da inviare via FAX allo 0832/1831467

QUOTE ISCRIZIONE

QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

NOTE OPERATIVE

NOTE OPERATIVE E QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT

TITOLI RILASCIATI: A tutti i partecipanti verrà rilasciato l’attestato di partecipazione.

Se espressamente previsto nel singolo corso, al dipendente che supererà positivamente (test facoltativo) la prova di verifica finale dell’apprendimento verrà altresì rilasciato un attestato di profitto, che sarà certificato da EBIT al termine del corso.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

NOTE OPERATIVE: E’ possibile iscriversi fino a 5 giorni lavorativi prima dell'inizio del corso. In caso di iscrizione sarà fatturata l'intera quota di partecipazione qualora non pervenga disdetta scritta entro il suindicato termine. E’ comunque consentito sostituire i partecipanti in ogni momento. Una settimana prima del seminario sarà data conferma o disdetta dello stesso.

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

ORARI: 9,30-13,00 e 14,00-16,30

DESTINATARI: Servizio Personale – Addetti Rilevazione Presenze/Assenze – Dirigenti, funzionari e Responsabili di struttura non aventi qualifica dirigenziale – Ufficio Procedimenti Disciplinari

DOCENTE: dott. MICHELE PETRONE, Esperto nella Gestione giuridica del rapporto di lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni – Consulente Enti Pubblici – Formatore EBIT, Scuola di Formazione e Perfezionamento per la P.A.

PREMESSA: Negli ultimi anni vi sono state numerose e significative modifiche normative in materia di assenze dal servizio (permessi, congedi, aspettative e riposi) sia a livello legislativo che contrattuale.

Obiettivo del modulo è illustrare il corretto trattamento giuridico ed economico degli istituti normativi oggetto di siffatte recenti modifiche normative.

PROGRAMMA: Poteri (direttivo, controllo, disciplinare) del dirigente pubblico nella attività di gestione delle risorse umane: normativa di riferimento e modalità di estrinsecazione. Natura dei provvedimenti del dirigente negli atti di gestione del personale. Permessi, congedi e aspettative: fattispecie generali e categorie soggettive. ASSENZA INGIUSTIFICATA: definizione, casi concreti. Come comportarsi in caso di assenza ingiustificata ? Ipotesi legittime di giustificazione. Ipotesi illegittime di giustificazione con obbligo di attivazione del procedimento disciplinare. Le sanzioni previste in caso di assenza ingiustificata. Esame della recente giurisprudenza. ASSENZA GIUSTIFICATA (RETRIBUITA E NON RETRIBUITA): permessi, congedi e aspettative. I permessi: matrimonio; lutto; grave infermità; motivi familiari o personali; testimonianza a procedimenti penali e civili; assenze per la partecipazione a procedimenti disciplinari in cui si è parte in causa; donazione di sangue; donazione di midollo osseo; diritto allo studio, cd. 150 ore (modalità di controllo della frequenza dei corsi. Casi anomali e tesi di laurea. Estensione dei permessi ai dipendenti con rapporto di lavoro a tempo determinato: ipotesi e limitazioni); concorsi ed esami; esami prenatali; commissioni tributarie; giudice popolare; pubblico ministero; componenti sezione elettorale; assemblee sindacali; mandato amministrativo; legge 104/92 (cenni). I permessi brevi. Le aspettative: motivi familiari/personali; dottorato di ricerca e borsa di studio (introdotta dalla Legge 30/12/2010, n. 240 e dal D.Lgs. 18/07/2011, n. 119): esame della previgente disciplina; analisi delle attuali modifiche; comparazione tra disciplina legislativa e contrattuale; nuova facoltà discrezionale dell’Ente di concessione dell’aspettativa; ricongiungimento con il coniuge in servizio all’estero; mandato degli amministratori locali; mandato parlamentare; cooperazione con i paesi in via di sviluppo; supporto agli organi di direzione politica; vincita di pubblico concorso; espletamento di attività lavorativa a termine presso altra Amministrazione; espletamento di attività lavorativa per l’esercizio di attività professionale e imprenditoriale (introdotto dalla legge n. 183/2010). Aspettativa ex Legge n.189/2012 (cd. Balduzzi) per conferimento incarichi Direttore UOC e rapporto con aspettativa art. 14 CCNL 08/06/2000: contraddizioni e suggerimenti circa il periodo di concessione (6 mesi + 6 mesi ?). I congedi: gravi motivi familiari e personali: analisi della differenza con l’aspettativa per motivi personali e familiari; formazione; maternità/paternità; parentali; malattia del figlio. Il congedo per cure per gli invalidi (introdotta dal D.Lgs. 18/07/2011, n. 119): esame della previgente e della nuova disciplina; dipendenti interessati documentazione necessaria ai fini della fruizione del congedo; trattamento normativo ed economico; problematiche relative alla decurtazione o meno dei primi 10 giorni; problematiche relative alla obbligatorietà o meno della visita fiscale. Il congedo per le donne vittime di violenza di genere introdotto dal D.Lgs. 15/06/2015, n. 80: soggetti, durata, preavviso, aspetti normativi e retributivi. Fruizione anche oraria. Le novità introdotte dalla legge 7 agosto 2015, n. 124 in tema di trasferimento ad altro ente pubblico e dalla legge 28 dicembre 2015, n. 208 (Legge di Stabilità 2016) che prevede l’istituzione, nelle aziende sanitarie e ospedaliere, di un percorso di protezione denominato «Percorso di tutela delle vittime di violenza». Le novità della Legge di Stabilità 2017 al fine di sostenere le attività di assistenza e sostegno alle donne vittime di violenza di genere. Ipotesi di concessione o diniego, durata del congedo, anni di anzianità richiesti, trattamento giuridico ed economico. Accertamenti diagnostici e visite specialistiche. Tutela dei dipendenti in particolari condizioni psico-fisiche. Permessi giornalieri ed orari: le novità della legge n. 133/08. Le circolari del Dipartimento della Funzione pubblica nn. 7 e 8/08. LA LEGGE 20/05/2016, N. 76 (LEGGE CIRINNÀ): ESAME DEGLI ISTITUTI NORMATIVI APPLICABILI ALLE UNIONI CIVILI ED ALLE CONVIVENZE DI FATTO. Il trattamento giuridico, economico e previdenziale dei singoli istituti: retribuzione, anzianità di servizio, ferie, tredicesima mensilità, copertura pensionistica e previdenziale. Le posizioni dell’Inps e dell’Inpdap. I pareri dell’ARAN. Gli orientamenti più recenti della giurisprudenza. Gli indirizzi del Ministero del lavoro. L’obbligo di predisposizione della modulistica: le fonti normative. ANALISI OPERATIVA DELLA MODULISTICA RELATIVA A PERMESSI, CONGEDI E ASPETTATIVE. Gli oneri per i lavoratori e per i datori di lavoro. TUTTE LE NOVITÀ IN MATERIA DI DECERTIFICAZIONE previste dalla legge 12 novembre 2011, n. 183 e loro applicabilità alle assenze dal servizio (riposi, permessi, congedi e aspettative) dei dipendenti pubblici. Tecniche di controllo sulle autocertificazioni/autodichiarazioni. IL CONTEMPERAMENTO CON LA TUTELA DELLA PRIVACY.

PROVA DI VERIFICA DELL’APPRENDIMENTO: prevista.