ISCRIZIONE ONLINE

SELEZIONARE SEDE E DATA DEL CORSO

PROSEGUI

ISCRIZIONE FAX

Scarica la scheda di iscrizione ai Corsi Ebit   da inviare via FAX allo 0832/1831467

QUOTE ISCRIZIONE

QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

NOTE OPERATIVE

NOTE OPERATIVE E QUOTE DI PARTECIPAZIONE VALIDE PER TUTTI I CORSI EBIT

TITOLI RILASCIATI: A tutti i partecipanti verrà rilasciato l’attestato di partecipazione.

Se espressamente previsto nel singolo corso, al dipendente che supererà positivamente (test facoltativo) la prova di verifica finale dell’apprendimento verrà altresì rilasciato un attestato di profitto, che sarà certificato da EBIT al termine del corso.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

corsi di 1 giorno: €400,00 + Iva
corsi di 2 giorni:  €800,00 + Iva

(Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell’Ente partecipante. La quota include il materiale didattico in formato elettronico ed il coffee break.

OFFERTA: ogni 2 iscritti allo stesso corso il terzo è GRATIS!

NOTE OPERATIVE: E’ possibile iscriversi fino a 5 giorni lavorativi prima dell'inizio del corso. In caso di iscrizione sarà fatturata l'intera quota di partecipazione qualora non pervenga disdetta scritta entro il suindicato termine. E’ comunque consentito sostituire i partecipanti in ogni momento. Una settimana prima del seminario sarà data conferma o disdetta dello stesso.

MODALITÀ DI PAGAMENTO:

Bonifico bancario intestato a EBIT s.r.l., c/c n. 000003442537, Fineco Banca SpA, Salita San Nicola da Tolentino n. 1/b – 00187 Roma ABI 03015 CAB 03200 CIN U IBAN IT 03 U 03015 03200 000003442537

(nella causale indicare sempre il numero della fattura; se il pagamento viene effettuato prima del corso indicare nome Ente e nominativi dei partecipanti)

ABBONAMENTI: per vedere le offerte clicca qui

ORARI: 9,30-13,00 e 14,00-17,00

DESTINATARI: Dirigenti, funzionari e Responsabili di procedimento di uffici tecnici e contratti – Dipendenti interessati alla materia

DOCENTE: dott. ALESSANDRO QUARTA, Esperto in materia di appalti e contratti – Componente di commissioni di gara – Ufficiale Rogante – Formatore EBIT, Scuola di Formazione e Perfezionamento per la P.A.

MATERIALE DIDATTICO: Slides; Modulistica; Raccolta di giurisprudenza più rilevante sul nuovo Codice e in particolare sugli acquisti sotto soglia; Raccolta normativa; Bozza di Regolamento interno in materia di attività negoziale sotto soglia in linea con il Codice dei contratti e Le Linee Guida Anac.

PROGRAMMA: Linee Guida Anac in materia di acquisti di beni e servizi inferiori a € 40.000,00. Le regole generali. L’eventuale utilizzo delle procedure ordinarie. Il rispetto dei principi di cui all’art. 30: in particolare i principi di economicità, efficacia, tempestività, correttezza, libera concorrenza, non discriminazione, trasparenza, proporzionalità, pubblicità, ed il principio di rotazione. Imprese di minori dimensioni. Obblighi di trasparenza. Criterio del minor prezzo. Modalità operative per affidamento diretto di forniture e servizi sotto i 40.000,00 euro. L’avvio della procedura: la determina a contrarre (o atto a essa equivalente). La determina unica e semplificata quando sono certi il nominativo del fornitore e l’importo della fornitura, con l’indicazione dell’oggetto dell’affidamento, dell’importo, del fornitore, delle ragioni della scelta e del possesso dei requisiti di carattere generale; l’indicazione dell’interesse pubblico che si intende soddisfare; le caratteristiche delle opere, dei beni, dei servizi che si intendono acquistare; l’importo massimo stimato dell’affidamento e la relativa copertura contabile; la procedura che si intende seguire con una sintetica indicazione delle ragioni; i criteri per la selezione degli operatori economici e delle offerte nonché le principali condizioni contrattuali. I requisiti generali e speciali: Il possesso dei requisiti generali di cui all’art. 80 del D.Lgs. 50/2016; idoneità professionale; capacità economica e finanziaria; capacità tecniche e professionali. I criteri di selezione, la scelta del contraente e l’obbligo di motivazione: indagine; requisiti minimi; scelta dell’operatore economico; obbligo di motivazione per affidamento diretto; la motivazione sintetica e quella semplificata; l’affidamento all’operatore economico uscente; la verifica dei requisiti: le nuove modalità introdotte dal decreto correttivo al Codice degli appalti; il regolamento sull’attività negoziale della stazione appaltante (in sostituzione del regolamento sugli acquisti in economia). Il divieto di artificioso frazionamento. L’eventuale richiesta della cauzione provvisoria e della cauzione definitiva negli affidamenti diretti ex art.36, comma 2, lett. a) dopo le novità introdotte dal D.Lgs. 56/2017. La stipula del contratto: l’art. 32, comma 14, del Codice: la stipula del contratto mediante corrispondenza secondo l’uso del commercio consistente in un apposito scambio di lettere, anche tramite posta elettronica certificata o strumenti analoghi negli Stati membri ovvero tramite piattaforma telematica in caso di acquisto su mercati elettronici. La deroga al termine dilatorio di stand – still di 35 giorni per la stipula del contratto. Il buono d’ordine e le clausole negoziali in esso contenute. L’applicazione dell’imposta di bollo in caso di contratto trasmesso via pec. L’imposta di bollo in caso d’uso. Gli acquisti di beni e servizi fino a € 1.000,00.